giovedì 1 novembre 2007

LA CASA DEGLI ARTISTI.

Una cara amica austriaca ha vissuto in questa casa per molti anni con il marito e il figlio... Il marito è morto, il figlio è ormai grande e adesso vive per conto suo. Lei è ritornata in Austria e la casa è vuota. Ho trovato questa foto nei file di quest'estate e mille ricordi sono tornati alla mente. Quando lei viveva in Italia, quando il marito era ancora vivo e il figlio piccolo, ho trascorso in questa casa delle meravigliose giornate, piene di luce e di calore. Questa è una casa di artisti: lei costumista, lui scultore. Erano sempre circondati da persone eccentriche, attori, pittori, scrittori... La loro casa era la casa di tutti. Ricordo delle feste stupende, con musica e balli... forse i miei ricordi migliori. Perchè vi parlo di questa casa stasera??? Perchè stasera sono un po' triste e mi torna in mente il giorno che ho scattato questa foto. La mia amica, Burgis si chiama, aveva annunciato la chiusura della casa e il suo definitivo ritorno in Austria. Non tornerò più qui, vi regalo tutto... Quel giorno alcuni amici di un tempo erano tornati nella casa e prendevano le cose che avevano visto la vita in quelle vecchie pareti... chi prendeva una scultura, chi un libro, chi addirittura i mobili... Questa cosa mi ha dato fastidio. Non sono riuscita a prendere niente se non delle immagini. Ho girato l'abitazione in lungo e in largo catturando scorci, giochi di luce sulle pareti e le tende, il glicine del giardino, la cappella dietro la scarpata, il boschetto di faggi... Burgis mi vede e chiede, con quel suo accento inconfondibile "Ma tu non prendi niente???" No, le ho risposto, mi bastano i ricordi e queste immagini... Lei ha sorriso e mi ha abbracciata!!! E' triste assistere alla fine di quello che era stato un sogno... il sogno di una vecchia casa di campagna dove uno scultore e la sua giovane moglie straniera cercavano una realtà differente, fatta di creatività, musica, spazio, gioco, leggerezza e un pizzico di follia...
Tutto ciò che rimane adesso è solo qualche foto e ricordi sbiaditi!!!
Un abbraccio

Francesca

2 commenti:

sandra ha detto...

Cara Franci, il nostro passato vive dentro di noi,alla fine della vita tutto cio' che troveremo guardando ad essa ,sara' il passato, e'una bella storia di amicizia la tua e non è scomparsa, perchè i sentimenti e le emozioni che essa ti suscita sono veri reali e presenti.Hai vissuto la casa degli artisti, ora essa è parte della tua vita.
Sandra

Cicabuma ha detto...

Hai ragione, è vero!!! Io sono quello che sono anche grazie a questo. Il nostro passato vive nel nostro presente... però non posso fare a meno di provare molta malinconia al pensiero di quella casa chiusa, con le erbacce che crescono in giardino e le stanze vuote e fredde!!! Purtroppo la vita è impermanenza...
Un abbraccio
Francesca