domenica 18 maggio 2008

FANTASMI - Incontro con Angela Terzani


Arrivo mezz'ora prima... Non riesco ad arrivare in ritardo agli appuntamenti. E' una cosa che mi ha insegnato mio marito. Nell'attesa gironzolo per gli scaffali, sfoglio qualche libro, immancabilmente ne compro uno.
Poi salgo al piano superiore dove, in un piccolo angolo della libreria, è stato predisposto uno spazio con microfono e qualche sedia per l'incontro. Mi sorprendo di quanto lo spazio sia piccolo e di come, nonostante l'ora della conferenza sia ormai prossima, ci sia ancora pochissima gente!!!
Mi siedo e mi metto in attesa. Lo spazio piano piano si riempie e infine, puntuale, arriva Angela Terzani accompagnata da un signore che poi scopro essere un responsabile dell'Ass. VicinoLontano che organizza e cura il Premio Terzani. Angela è sorridente, rilassata e sobria. Ringrazia tutti i presenti per essere venuti nonostante la bufera di pioggia che da circa due ore imperversa sulla città. Dopo una piccola presentazione da parte del suo accompagnatore, Angela comincia a parlare del libro, di come è nato e perchè. Da molto tempo le persone chiedevano di tradurre il libro "Olocaust in Cambogia", in realtà una piccola raccolta di tre reportage di Terzani sulla Guerra in Cambogia e sulla presa del potere da parte dei Khmer Rossi, ma Angela si era resa conto che tradurre e pubblicare solo quei tre articoli sarebbe stato quasi inutile. Miglior cosa era invece raccogliere anche articoli precedenti e posteriori di Tiziano, in modo da avere un quadro più preciso della realtà storica della guerra in Cambogia. E' così che è nato il libro Fantasmi. Ha parlato dei cambogiani con parole di grande affetto e dolcezza; dei sognatori, delle persone legate ad una dimensione magica e in fondo ingenui... Vivono in un mondo popolato di fantasmi ai quali credono profondamente, un mondo di spiriti che accompagnano ogni azione umana...
Parlare del libro è stato un pretesto per raccontare la vita di Tiziano Terzani dall'inizio degli anni '70 fino alla sua morte. Sentire la storia di Terzani dalla viva voce della moglie è stato molto bello, emozionante... Quello che Angela ha soprattutto voluto sottolineare, mi è parso, è la coerenza e la linearità della vita del marito. Non un Terzani la cui opera si divide in due grandi momenti, il Terzani giornalista da una parte e il Terzani ricercatore spirituale dall'altra... ma un Terzani che gradualmente matura in una personale consapevolezza le cui radici già si trovano nei primi articoli che pubblicò negli anni '70... Quel Terzani giornalista non sarebbe potuto esistere se nell'animo non ci fosse già stato l'ultimo Terzani... e quest'ultimo Terzani, quello dell'Himalaya, della ricerca spirituale e del silenzio non sarebbe esistito senza il Terzani giornalista che ad un certo punto si rende conto che la storia continuerà a ripetersi uguale a se stessa, anche nelle sue pagine più tragiche e buie, se l'uomo non si deciderà a cambiare radicalmente dentro di se, se non elimina i suoi egoismi, la sua sete di potere e la sua voglia di primeggiare...
Guardavo Angela Terzani e bevevo ogni sua parole. Il sorriso non ha mai smesso di illuminare il suo viso... e vedendola così pacata, equilibrata e sorridente mi sono tornate alla mente le parole di Tiziano, nel libro Un altro giro di Giostra... "Angela, senza essersi isolata in nessun Himalaya, senza avere tagliato con nulla e con nessuno, era di gran lunga più serena, più equilibrata e più in pace di me. Questo non faceva che aumentare la mia frustrazione. Avrei dovute prendere lei come Guru."
L'incontro è terminato con le domande del pubblico a cui Angela ha risposto con simpatia e calore. Molto affetto, molto rispetto!!!
Mi sono fatta firmare il libro, le ho detto che scrivo sul TTForum da più di un anno... allora mi ha scritto "A Francesca, continui a scrivere! Angela Terzani!" Le ho detto che in questo forum ci sono bellissime persone e lei me lo ha confermato "Si, è vero, ci sono bellissime persone!!!"
Me ne sono andata nella pioggia che nel frattempo si era calmata un po', con il mio libro sottobraccio e una grande gioia nel cuore.Spero davvero il prossimo anno di avere un altra occasione di incontro.

Francesca

12 commenti:

nonnatuttua ha detto...

Hai ragione, Angela è davvero una donna straordinaria!

MARI ha detto...

Cara amiga Francesca , l'indirizzo del mio blog è… http://farfalla-dandoasasaoamor.blogspot.com/ ... Visita quando desiderarlo.

Baci con affetto!

Cicabuma ha detto...

Ciao Mari,
ho visitato il tuo blog, ma purtroppo non capisco il portoghese... Nonostante questo mi sembra carino, armonioso e... buono!!! Anche tu, torna a trovarmi quando vuoi...
Un abbraccio
Francesca

Claudia ha detto...

Grazie per il tuo commento, è come se fossi stata lì anch'io!
Angela = donna di gran classe!
Un bacio CLa

Cicabuma ha detto...

E' vero... Una donna di straordinaria eleganza e grande classe!!!
Un abbraccio
Francesca

jon ha detto...

Ho letto quasi tutti i Libri di Tiziano e me ne sono innamorato fin dal primo: " un altro giro di giostra". Credo di averlo letto proprio mentre lui stava morendo e in quel libro ho ritrovato molto di me stesso, del mio modo di percepire e sentire la vita...
Non ho mai avuto l'occasione di andare ad un incontro con la moglie di Tiziano, ma mi è davvero dispiaciuto molto di non aver potuto incontrare Tiziano: cosa accaduta ad un mio collega di lavoro a Bologna, dove, ha seguito per ben 3 volte il suo intervento, la mattina il pomeriggio e la sera e ne è rimasto stregato. Non immagini quanto lo invidio,anche se, infondo è comunque dentro di me il suo spirito.
Quando parli di serenità, dici bene, non è necessario andare fino sull'Himalaya per trovarla, è qualcosa che esiste dentro di noi ed il viaggio aiuta a riscoprirla, ma non a possederla, lo stesso dicasi per Tiziano: giustamente Tiziano è sempre stato potenzialmente ciò che è divenuto, con i suoi viaggi e la sua ricerca infine. Uno giovane stolto rimarrà un grande stolto anche da vecchio, come uno saggio giovane, diverrà "probabilmente" un grande saggio da vecchio. A determinarlo è il percorso, il viaggio che ognuno compie nel suo divenire consapevolmente; la strada che percorre nella sua vita definisce le potenzialità in negativo o in positivo di ogni persona ed in un certo senso ne diviene il senso ed il motivo...
Ciao Francesca, By Jò

LuisaMiao ha detto...

Adoro sempre gli incontri con gli scrittori, danno più vita al libro che si vuol leggere o si è già letto.

Ho letto solo un libro di terzani ma vorrei leggerne altri, mi manca il tempo per leggere tutto ciò che vorrei...

Ciao

Raffaele ha detto...

Giuste e sante sono le parole dette da Tiziano Terzani perché dettate dal cuore di un essere che lungo il sentiero si è fermato per riflettere, per contemplare il perchè della vita e della vera ricerca delle infinite verità o di quella visione che la vita ci dispiega lungo il sentiero per capire tante cose, naturali, non consumistici, non opprimenti, ma amorevoli verso il prossimo che siamo noi stessi.

aurora ha detto...

amo molto Terzani, adeso sto' leggendo Un altro giro di giostra,
trovo che ci sia tanto da imparare e soprattutto da vedere con occhi nuovi,
ciao è stato un piacere incrociarti

fraris ha detto...

Salve, mi chiamo Francesco Ristori e mi piacerebbe poter scambiare qualche parola con Angela a proposito di un'esperienza di viaggio in oriente, potrei avere un suo contatto personale?
Grazie per l'attenzione cordiali saluti
Francesco Ristori

Cicabuma ha detto...

Mi dispiace, ma non posso aiutarti.
Non ho un suo recapito o un suo indirizzo mail... Quello che potresti fare è contattare un amministratore del sito tizianoterzani.com , forse loro possono fare qualcosa!
Auguri
Francesca

fraris ha detto...

Grazie, è quello che ho fatto, sperando in una loro risposta...Auguri di Buon Anno!