martedì 15 dicembre 2009

PIMPA

Questa è Pimpa, la nostra cagnolina.
Non sappiamo esattamente quanti anni abbia: pensiamo 7 ma potrebbe averne anche 8...
L'abbiamo presa 6 anni fa al canile comunale ma i gestori non sapevano la sua età... sapevano solo che era giovane e che aveva sofferto.
Pimpa era al canile insieme ai suoi fratelli e alla madre da un paio di mesi.
Ce ne siamo innamorati subito!!! Quando questo musetto ha fatto capolino dietro le sbarre delle gabbie non abbiamo visto che lei, solo lei!!!
Secondo voi è possibile fare del male ad una bestiolina che non pesa nemmeno sette chili e con un faccino tanto dolce??? NO, direte voi... eppure questo cane ha sofferto quanto più si possa immaginare e nonostante siano trascorsi molti anni, il ricordo del dolore e della sofferenza non l'ha mai abbandonata.
Il suo precedente padrone (non ho parole per descriverlo... scegliete voi le più terribili che vi vengono in mente!!!) non so esattamente che cosa abbia fatto a lei, alla sua mamma e ai suoi fratelli... fatto sta che i Carabinieri, su segnalazione della Protezione Animali, un bel giorno si sono presentati e glieli hanno sequestrati!!! Pare che li picchiasse con violenza e che facesse scherzi crudeli... che li tenesse alla fame e che abbia consumato su di loro molte scarpe.
Quando l'abbiamo portata a casa è stata per molti giorni rintanata in un angolo e scappava ogni volta che tentavamo di avvicinarci... Quando si è resa conto che non eravamo cattivi è uscita dall'angolo ma strisciava per terra senza mai perderci d'occhio e restando sempre attaccata al muro. Ho potuto toccarla sul muso solo dopo tre mesi... i bambini dopo sei mesi!!! L'unico che riusciva a starle vicino era Roberto...
Quando mangiava cercava sempre di farlo senza mai darci le spalle e appena aveva finito scappava a rifugiarsi sotto un mobile, al sicuro!
E' andata avanti così per quasi un anno... sempre all'erta, sempre sul chi va la, sempre nell'attesa di una botta, di un calcio, di un pestone!!! Povera piccola, chissà quante ne ha passate!!!
Poi un giorno si è come aperta... Mentre con tenerezza le accarezzavo il musetto mi ha leccato la mano. Non l'aveva mai fatto prima e il mio cuore si è sciolto!!! Da quel giorno ha cominciato a giocare con i bambini con il suo pezzo di corda o con la palla, ha cominciato a farci le feste, a saltarci addosso, a mangiare dandoci le spalle.......
Ma questo lo fa solo con noi!!! Ogni volta che arriva qualcuno che è diverso da noi, anche se magari lo vede spesso e già lo conosce, si rifuglia di nuovo sotto i mobili o abbaia come una pazza alzando il pelo sulla schiena!!!
Capisce subito se una persona è positiva o negativa... è come se lo sentisse!!! Con alcune persone si calma quasi subito, ad altre nemmeno si avvicina!!!
Da circa un paio di anni è in cura per una grave forma di epilessia. Ha cominciato ad avere i primi attacchi in primavera. Mi sono spaventata moltissimo perchè era una cosa che non avevo mai visto e che mi ha sconcertata... Il veterinario mi ha spiegato che potrebbe essere la conseguenza dei traumi subiti; colpi sulla testa, traumi psicologici... Le cause dell'epilessia sono ancora oscure ma nessuno riuscirà mai a togliermi dalla testa che il suo passato c'entra qualcosa... Purtroppo certi fantasmi continuano a tormentarti, per sempre. Questo vale per gli animali come per l'uomo!!!
Ne ho avuti tanti di cani in vita mia: di razza, meticci, trovatelli... ma un cane dolce, tenero e sensibile come Pimpa non mi era mai capitato!!!
Pimpa forse non vivrà molto a lungo perchè i barbiturici hanno su di lei un effetto poco piacevole, soprattutto sui reni, mi dicono... ma per il tempo che le resta le daremo tutto l'Amore di cui siamo capaci e chissà, forse un giorno, riuscirà a dimenticare!!!

Francesca

14 commenti:

valentina ha detto...

Che commovente la storia di pimpa...patatina...meno male che ci sono persone come voi che l'hanno accolta e che la accudiscono con amore anche se ora ha problemi di salute...
un abbraccio

Sybille ha detto...

Che storia triste... ma poi c'é l'amore che trova nella vostra famiglia...
Anche la nostra prima cagnetta, Kimba, l'abbiamo presa in canile a 7 anni. La sua vecchia padrona era morta e nessuno voleva prendersene cura. È stato amore a prima vista e in tutti questi anni ha fatto parte della nostra famiglia. Fino a marzo, quando a 19 anni é morta.
Non immagini la nostra tristezza e disperazione, perché dopo 12 anni insieme... Subito dopo, alcune settimane dopo, abbiamo incontrato Indy che é riuscito a farci dimenticare i momenti tristi dell'addio, cosí nella nostra memoria sono vivi soprattutto i ricordi belli con Kimba e non gli ultimi giorni che erano davvero di una tristezza infinita...
Tanti tanti auguri a Pimpa, che riesca a proseguire con serenitá il tempo che le é dato. Ha davvero uno sguardo dolcissimo...

Ikka ha detto...

Povera cagnolina...ha un viso dolcissimo :-).
Mi ricorda tanto una delle due cagnoline che ho avuto...anche lei arrivava dal canile e aveva subito maltrattamenti. Ma una volta arrivata a casa era come se fosse sempre stata con noi.:-)

Daniela B. ha detto...

Anche io ho avuto una cagnolina che si chiamava Pimpa!la storia della vostra fa davvero tenerezza, ha un musetto che trasmette tanto amore e dolcezza, mi dispiace pensare a cosa ha passato, povera cucciola!

Geillis ha detto...

Pimpa è stata fortunata, a trovare una famiglia amorevole come voi! Spero che il mio cagnolino, perduto quando aveva cinque anni, sia stato altrettanto fortunato, non ne abbiamo saputo più niente e ancora lo rimpiangiamo, nonostante siano passati tanti anni...auguri alla piccola Pimpa, sperando che rimanga con voi ancora a lungo

Cicabuma ha detto...

Grazie delle belle parole. Le ho lette a Pimpa che, anche se forse non mi ha capito, è stata ad ascoltare in silenzio!!!
Un bacio a tutti
Francesca

Occhi di Notte ha detto...

IO non so come si possa fare del male a un cane. Veramente. NOn riesco a seguire i servizi in tv quando fanno vedere le barbarie sugli animale.
A me piacerebbe molto avere un cagnolino e anche io lo prenderei volentieri al canile...
Un abbraccio

Anonimo ha detto...

Dolce Pimpa. Io ho appena perso il mio dolce Arturo, trovato ai bordi della statale il 1 gennaio 2001, morto di fame e freddo e con un laccio ancora legato al collo. Purtroppo si è rivelato aggressivo, ha morso tutti, tranne me.Ma non lo abbiamo mai abbandonato. Mi manca tanto. Una carezza alla tua dolce cagnolina. Silvia

Emanuela ha detto...

Mi chiedo come sia possibile avere tanta cattiveria nel cuore. Come si può sfogare l'odio su esseri indifesi come gli animali (e a volte non solo con gli animali)? Meno male c'è anche chi riesce a donare tanto amore.
Un abbraccio

Amalia ha detto...

Povera Pimpa, ha uno sguardo dolcissimo... adesso però potrà vivere serenamente la sua vita con una splendida famiglia

Marta ha detto...

Ciao Francesca, anche il nostro Oliver ha una storia molto simile a quella della tua Pimpa, l'abbiamo incontrato in canile 6 mesi fa, e ora sta facendo passi da gigante (da qualche settimana gioca perfino con la palla), ma solo con noi. è terrorizzato dagli sconosciuti in generale, ma se incontra uomini alti e con i capelli bianchi si pietrifica, ormai abbiamo praticamente l'identikit del suo vecchio padrone (il vero "bastardo" dei due). Una carrezzina a Pimpa, virtuale così non la spavento, e un saluto a te.

Marta

Cicabuma ha detto...

Ciao Marta,
ti chiami come mia figlia!!! E' bello incontrare persone nuove... Benvenuta!!!
Farò senz'altro una carezza a Pimpa da parte tua.
L'identikit del precedente padrone non ce lo siamo fatti con precisione perchè lei è terrorizzata da tutti!!!
E' incredibile quanto gli uomini possano essere crudeli a volte proprio con le creature più indifese e delicate!
Un bacino a Oliver da parte mia.
Un abbraccio a te
Francesca

Stefi ha detto...

Ciao Francesca, ho trovato il tuo blog per caso, girando qui e là tra i vari blogs.
Che bella Pimpa. Io attualmente non ho animali, ma tutti quelli che ho avuto nella mia vita, cani, gatti, persino uccellini, li ho sempre trovati per strada e salvati. Penso sempre che siano loro a trovare me. Purtroppo il maltrattamento sugli animali è ancora diffuso così come l'abbandono. Sono certa che la vita di Pimpa sarà intensa e splendida con te e la tua famiglia. Importa solo l'amore che gli date. :)

miro ha detto...

Non capisco perchè certa gente prenda gli animali per maltrattarli!!
Meriterebbero loro le stesse sofferenze.
La storia di Pimpa mi ha strappato una lacrimuccia, per fortuna che ha incontrato voi sulla sua strada.
Un bacione grosso alla piccola batuffolina.
Rosa/Shabby e dintorni