lunedì 21 dicembre 2009

Amare considerazioni

E già cominciano le prime tensioni...
Si avvicina il giorno di Natale ed ecco i parenti già che discutono e litigano. Ieri mia sorella, arrivata da Roma con il suo bimbo, era qui a casa a piangere sulla mia spalla a causa degli attiti con mia madre... L'altra sorella è sparita, non so nemmeno dove sia, rifugiata forse in montagna fino al giorno della Vigilia!!!
E poi ci chiediamo come mai non sentiamo più il Natale??? Ma semplicemente perchè il Natale non esiste più... è solo una farsa, una festa di falsi sorrisi e falsa armonia!!!
So già che sarà una giornata lunghissima e non vedrò l'ora di ritornarmene nella serena atmosfera della mia piccola casa... Dovrò stare attenta a quello che dico perchè le parole possono essere bombe... dovrò fare attenzione a quello che faccio perchè anche i gesti, con persone poco serene e poco limpide, possono far esplodere gli animi...
Ma perchè non posso fare Natale con Nicoletta, per esempio, la mia amica dolce e sorridente che non mi giudica e non mi critica, ma mi aiuta, se ho bisogno, con una mano tesa con amore sincero e disinteressato? Perchè non posso scegliere con chi trascorrere questa giornata, che potrebbe essere una bellissima festa?
Spero che almeno i bambini possano viverla senza rendersi conto di tutta l'amarezza che si nasconde sotto la falsa patina di cerone e lustrini...
Con queste amare considerazioni vi saluto. Vi auguro di trascorrere un Natale sereno, almeno voi....
Un abbraccio
Francesca

12 commenti:

stella ha detto...

Cara Francesca il Natale esiste, siamo noi che non lo viviamo come si dovrebbe...
Non sei l'unica a lamentarsi della non armonia in famiglia in questo Giorno che dovrebbe essere gioioso.
Dentro di te prega e non badare, se possibile, agli altri...
Sereno Natale.

Emanuela ha detto...

Ciao Francesca, capisco bene quello che intendi. Posso solo augurarti di riuscire a vivere queste feste con la serenità che sicuramente hai nel cuore, non laciare che possa essere solo per i bimbi, prova anche tu a tuffarti con loro in quella magia ... e se è necessario chiudi fuori gli altri. Un abbraccio grossissimo!

Apple ha detto...

Nn ci posso credere ...hai descritto a pieno quello che succede da un po' di anni quando torniamo a casa x le vacanze!!!Parole piene di verita'...gesti ,parole che sitrasformano in BOMBE!!!
Dovevo essere in partenza purtroppo sono tornata in dietro...quindi un giorno in meno di discussioni!!
Bacio e buone feste!!

Daniela B. ha detto...

Francesca, ti capisco, con alcuni parenti trovo insopportabili e noiose le riunioni familiari..ma cerco di ricaricarmi stando con le persone a cui voglio veramente bene, e mi sforzo di sopportare la compagnia indesiderata dgeli altri!!
ti auguro comunque un natale sereno e luminoso, e ti abbraccio forte!sono felice che questa avventura dei nostri blog ci abbia fatto incontrare!

rosita ha detto...

Cara Francesca ti capisco perfettamente,
Io a casa mia in sicilia vivo le stesse tensioni e tutti gli anni comunque tornavo per il natale, quest'anno ho deciso di non andare... non ho voglia di tensioni e discussioni... che poi se non è natale saranno in un altro periodo dell'anno.
ti auguro comunque un buon natale e rifatti negli altri giorni di vacanze con gli amici.
rosita

Amalia ha detto...

Cara Francesca,
mi spiace, ma sforzati di essere luce anche per questi animi così induriti, affinchè non solo i bambini, ma anche tu possa sentire lo spirito del Natale,
colgo l'occasione per augurarti un Natale sereno,
Amalia

Raffaele ha detto...

Buon Giorno Carissima Francesca

Sotto quel focolaio domestico che tanto ci accomuna e contemporaneamente ci allontana da tanti altri cari fratelli che meno agiati e fortunati vivono questa esperienza di vita, in questo periodo particolare della natale nascita di tanti esseri superiori, con quella particolare luce astrale, quel sole di mezzanotte visibile ai grandi iniziati di ogni tempo ci saranno anche le nostre meravigliose guide spirituali, i nostri meravigliosi angeli custodi che guidano e accarezzano sempre il nostro cieco e sordo cuore.

Dal Profondo del Mio Cuore e dal Cuore del Mio Immenso Amore
un Sincero Sentito Augurale Caloroso Buon Natale e un Buon Anno Nuovo al Tuo Prezioso Saggio Cuore e al Cuore dei Tuoi Cari Immensi Amori Terreni e Celestiali.

valentina ha detto...

Mi sa che questa è una condizione abbastanza comune in molte famiglie...c'è sempre qualcosa che non va...io quest'anno vorrei solo essere tranquilla e al di sopra delle discussioni..quest'anno ho qualcuno di più importante a cui pensare...
un abbraccio grande grande!!!

glori ha detto...

ciao Francesca, condivido con te il desiderio di vivere in campagna, dove vedi tutto l'orizzonte.
Per quello che riguarda il natale.. il mio vero natale sarà verso capodanno quando sarò a casa dei miei più cari amici vicino a bologna.
Auguri a tutti.
glori

Cicabuma ha detto...

Mi rendo conto che quello delle "tensioni natalizie" è un problema abbastanza diffuso. Non mi aspettavo commenti tutto sommato così omogenei... e a pensarci bene è triste!!!
E' triste non riuscire a stare in armonia con le persone che ti sono più vicine, con le sorelle o la madre o i parenti più stretti... E' triste sentirsi sempre sotto esame o sotto accusa perchè non riusciamo a resistere al giudizio...
E queste cose, forse normali anche se spiacevoli, diventano insopportabili sotto le feste.
Ha ragione Stella quando dice che non siamo capaci di vivere il Natale... Bisognerebbe mettere tutto da parte... albero, lucette, lustrini, regali, cenone e pranzo e farne soltanto una festa religiosa... Abbiamo dimenticato, non consciamente ma nel cuore, che il Natale è la ricorrenza della nascita di un uomo straordinario... ma in questi giorni non ne parla nessuno!!!!!!
Un bacio a tutti e grazie della vostra amicizia
Francesca

Sybille ha detto...

Cara Francesca, che triste quello che (de)scrivi. Purtroppo molti sentono una grande tensione per via del sentirsi costretti all'armonia.
Ti auguro di passare COMUNQUE dei bei momenti di gioia, affinché questi ti facciano dimenticare i momenti meno belli! un abbraccio,
Sybille

barbara ha detto...

Francesca, tu sei libera di scegliere le persone con le quali vuoi trascorrere il Natale. E aggiungo che nessuno ha il diritto di avvelenarti la festa e pretendere che l'anno successivo.
Se non riesci a staccartene, pensa che i tuoi meravigliosi bimbi meritano una festa serena e felice.
Un grande abbraccio,
Ba