lunedì 29 settembre 2008

Rinasco




C'è stato un momento della mia vita
in cui la mia ruota era ferma
bloccata
Nulla sembrava darmi gioia o sorrisi.
Quanti giorni, quante ore
trascorse distesa sul letto
a fissare un puntino lontano, niente...
La solitudine riempiva la mia vita
l'inedia arricchiva il mio tempo.

Poi tu mi hai colta come un fiore
mi hai afferrata delicato
come si afferra una farfalla.
Mi hai posta al di sopra di tutto
con una spinta hai fatto ripartire
la mia vita, la mia ruota.
Il sangue scorreva ancora nelle mie vene.

Mi hai sussurrarto parole all'orecchio
mi hai accarezzato il viso
mi hai asciugato le lacrime.
Mi hai stretto forte nelle tue forti braccia
e li mi sono addormentata.
Rinasco
rinasco dall'utero del tuo abbraccio.

Francesca

(La foto è di Tito Barbini)

8 commenti:

Paola ha detto...

Rinascere è una cosa meravigliosa, dolce...ed ha una delicatezza che si trasformerà nella forza per la vita.

nonnatuttua ha detto...

Mi hai commosso!
Fausta

alehcim81 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
alehcim81 ha detto...

Sorry per il commento eliminato!

Dicevo... bellissimo post e bellissima anche la foto di Tito!

B a N g i U . . . ha detto...

Leggendola, mi sono sentita davvero tanto vicina a te... come se ti conoscessi da tanto tempo... che strana sensazione ho provato, bella e intensa, di "familiarità", di qualcosa ben più grande di me che, invisibile, lavora in ogni istante della mia vita e di tanto in tanto si manifesta in incontri reali o "virtuali" con altre persone, con altre anime che sento così vicine...
Quanti doni ci porta la Vita!

Un abbraccio

Cicabuma ha detto...

Cara Giulia,
credo che molte persone nella vita, soprattutto quelle che hanno vissuto veramente, ad un certo punto si trovano di fronte a delle scelte, a dei bivi... oppure vivono delle situazioni di estrema sofferenza e hanno bisogno di dare alla propria esistenza un significato nuovo, rinascendo. Io mi sono trovata ad un certo punto della mia vita in entrambe le situazioni, contemporaneamente. Quello che era allora il mio fidanzato, ora mio marito, mi ha aiutata con il suo amore e la sua dolcezza in questo processo di rinascita... Forse l'empatia che senti è data dal fatto che vivi o hai vissuto simili situazioni? Cara, mi fa piacere comunque sentirti dire quello che hai detto... E' vero, la vita ci porta sempre bellissimi doni e tu sei uno di questi!!!
Un abbraccio
Francesca

B a N g i U . . . ha detto...

Cara Francesca, hai scritto "Quello che era allora il mio fidanzato, ora mio marito, mi ha aiutata con il suo amore e la sua dolcezza in questo processo di rinascita... Forse l'empatia che senti è data dal fatto che vivi o hai vissuto simili situazioni?".
E in questa domanda c'è esattamente la mia risposta...

Un abbraccio grande!E un grande GRAZIE!
Giulia

B a N g i U . . . ha detto...

PS: al momento il "mio" è ancora e solo fidanzato...da 6 anni e mezzo!

E riguardo alle scelte, al bivio... bè ci tenevo a dirti che a settembre il tuo commento (quello in cui mi raccontavi come anche tu alla mia età ti fossi trovata davanti a una scelta simile a quella che da poco ho fatto) è stato una voce "forte" che mi ha aiutata a dire SI al mio sogno nonostante mi fosse stato offerto un posto di lavoro sicuro in un ufficio... Ti ho pensata, ho pensato alle tue parole... e dopo una settimana quasi insonne ho detto SI all'illustrazione.

Questo per dirti quanto DONO sei stata per me!