domenica 14 settembre 2008

Routine



L'approssimarsi dell'autunno mi infonde, da sempre, una energia vitale straordinaria.
Ormai è risaputo che il caldo ha su di me un effetto "rimbecillente"... è vero!!!
In estate faccio fatica a concepire anche il più elementare pensiero, i neuroni sonnecchiano e la materia grigia va in vacanza!!!
Ma l'autunno... che stagione magica!!!
In questi giorni qui a Udine fa decisamente freddo. Siamo passati dai 30 gradi di pochi giorni fa ai 15-16 di questi ultimi due giorni. Piove in continuazione e penso già che fra un po' dovrò fare il cambio degli armadi... (ottima occasione anche per fare pulizia, sia nell'armadio stesso che nella mente!!!).
Domani i bimbi ricominciano la scuola. Gli zaini sono pronti con astucci e quaderni intonsi. La prossima settimana riprendono anche le attività extrascolastiche, quelle poche in verità che ho concesso a Marta e Giovanni...
Insomma, riprende la ROUTINE di sempre...
Mi chiedo spesso perchè ai più questa parola fa orrore!!!
Io invece amo la routine! Mi da un grande, grandissimo senso di serenità!
Certo, se la routine diventa solo e soltanto un susseguirsi ininterrotto di giorni sempre uguali, allora, sono daccordo, fa orrore... ma se la routine è creatività e fantasia allora non verrà mai a noia!
Ci sono momenti in cui mi lascio un po' andare alla stanchezza (ci provo, ma non sono La Donna Bionica) e allora penso anch'io che "routine" sia una parola orribile, ma il più delle volte riesco ad avere la meglio sulla noia dei lunghi pomeriggi invernali anche in quei momenti!!!
I bambini mi sono di grande, grandissimo aiuto, con il loro entusiasmo, la loro energia, la loro immensa ed inesauribile voglia di scoprire.
Adesso Marta si è messa in testa che da grande vuole fare la cuoca. Insiste perchè le insegni tutto quello che so e io, nei limiti di ciò che permette la sua ancor tenera età, lascio che sia la mia apprendista. L'altra sera, insieme a Giovanni che faceva il suo assistente, hanno preparato di sana pianta la cena. Hanno giocato al ristorante con tanto di menù e listino prezzi.
Roberto ed io ci siamo seduti in sala da pranzo, Giovanni è arrivato con la lista, ha preso le ordinazioni e poi è sparito in cucina. Dopo pochi minuti i bimbi sono riapparsi pieni di orgoglio con i loro piatti (buoni in verità e anche esteticamente piacevoli a vedersi!) e anche con il conto.... 4,50 Euro circa a testa!!!
Un prezzo davvero onesto nonostante il ristorante improvvisato si chiamasse "Ai due Ladroni"....
Domani comincia anche il mio corso di Flamenco, ma di questo vi parlerò un'altra volta....
Insomma, in breve, l'autunno è arrivato, di prepotenza, portandosi appresso il freddo e questa energia particolare... e trascinando lontano l'afa e il caldo che, ormai si è capito, non amo per niente!!!!
In questo momento, mentre scrivo, un forte vento agita le foglie delle grandi querce fuori dalla mia casa e io mi sento bene!!!
Un bacio
Francesca

7 commenti:

nonnatuttua ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nonnatuttua ha detto...

In bocca al lupo ai tuoi cuccioli che riprendono la scuola!
Fausta

Paola ha detto...

Che bello il gioco del ristorante, carino anche il nome. Che bella condivisione tra te e tuo marito :)
Farà parte dei vostri più cari ricordi, che hai condiviso con noi, grazie.

Cicabuma ha detto...

Queste piccole cose mi piacciono da impazzire... ed è vero, resteranno per sempre nei nostri ricordi!!!
Terzani diceva che i genitori devono essere "seminatori di ricordi" e nel mio piccolo cerco di farlo appena posso!!!
Un abbraccio
Francesca

Dous ha detto...

Oggi ho scritto una poesia per mia moglie, dedicandola al vento di settembre... Il tempo è cambiato ma gli amici veri restano. Un abbraccio!

Cicabuma ha detto...

Ho letto la poesia... Tua moglie è una donna davvero fortunata!!!
Un abbraccio
Francesca

Dous ha detto...

No... era questa: http://cosemaiscritte.blogspot.com/2008/09/tanti-auguri-amore.html
;-)
Suonala anche tu a chi ami!