martedì 5 gennaio 2010

La nostra Odissea!!!


Che bello, il primo post del nuovo anno.
Intanto voglio fare a tutti i più grandi auguri di un

BUON 2010 e tanta FELICITA'

Come avete passato questi giorni di festa?
Per quanto mi riguarda sono stati giorni da dimenticare; faticosi, noiosi e stressanti...
Per fortuna domani è l'Epifania che, come dice il detto, ogni festa si porta via!!!

Il viaggio a Sanremo è stato un vero calvario, una autentica Odissea.
Ieri ho scritto alla mia amica Niki che vive in Scozia, una mail dove le racconto tutto. La riporto qui perchè riscrivere tutto sarebbe troppo lungo.
Avete un po' di tempo per leggere quello che ci è capitato? Mettetevi comodi e... buona lettura!!!

"... ...
Il viaggio di andata è stato un calvario. Siamo partiti da Udine il 26
dicembre e siamo arrivati il 28 sera tardi!!!
Ore 15,15 circa del 26 dicembre... Eravamo sull'autostrada che attraversa gli Appennini e che separa Piemonte e Liguria quando.... poff... ci si ferma la
macchina di botto a pochi metri da una galleria. Accostiamo e l'auto non da più segni di vita!!! Per fortuna che non eravamo in galleria, Niki, perchè senò erano guai!!! Chiamiamo la nostra assicurazione che si attiva per mandarci un carro attrezzi. Dopo una mezzoretta arrivano
i soccorsi, ci caricano tutti sul carro, valige, figli e cane e ci portano in un deposito con officina nel ridente paesino di Ovada, prov. di Alessandria.
E' il giorno di Santo Stefano e naturalmente all'officina non c'è nessuno!!! Il ragazzo del carro attrezzi, carinissimo, cerca di capirci qualcosa e poi chiama il meccanico che arriva ma anche lui non ci capisce niente. Insomma, capiamo che il problema non è di immediata soluzione. Decidiamo di prendere una macchina sostitutiva per raggiungere Sanremo e lasciare li la nostra che andremo a ritirare appena pronta.
Il deposito è anche Autonoleggio ma, guarda caso, quel giorno non hanno nemmeno una macchina da darci, nemmeno un trattore... sono tutte fuori!!! Nel frattempo di sono fatte le 17.00 circa. Roberto chiama l'assicurazione che ci indirizza verso un altro autonoleggio dove hanno una macchina a disposizione, ma bisogna andare fino ad Alessandria (40 Km circa)... Non abbiamo avuto la prontezza di chiedere una macchina a Genova (equidistante da Ovada) perchè è sempre
meglio andare avanti e non tornare indietro, non trovi??? Ma tantè, chiamiamo un taxi. Scarica la jeep e carica il taxi. Faceva un freddo becco, i bimbi avevano fame e sete e nell'autorimessa hanno fatto tutto quello che era umanamente possibile per venirci incontro. La
taxista è una ragazza molto simpatica che ci fa fare qualche bella risata. Arriviamo ad Alessandria. Scarica il taxi, carica l'auto sostitutiva. La macchina a nostra disposizione è una specie di transatlantico ultramoderno con pulsanti misteriosi ed inquietanti...
Roberto all'inizio si perde. E' sera, è buio, siamo in una città sconosciuta, i vetri si appannano ma non troviamo il pulsantino del disappannante... Sembrava una comica!!!
Comunque sia, partiamo.
Ore 19.00 - Siamo sull'autostrada in direzione Genova, siamo felici.
Abbiamo calcolato che dovremmo arrivare a Sanremo verso le 21, un po' tardi per la cena, ma ancora ad un' ora accettabile!!! Siamo sereni e tranquilli quando.... PUMMMM... sentiamo un gran botto!!! Una gomma è scoppiata!!! Accostiamo!!!
NON CI POSSIAMO CREDERE!!! Siamo nuovamente fermi sull'autostrada!!!
Le macchine ci frecciano a pochi centimetri di distanza, fa un freddo becco e intorno a noi è buio da far paura!!! Chiamiamo un altro carro attrezzi!!!
Dopo mezz'ora arriva. Avrebbe potuto anche cambiarci la ruota subito e permetterci di proseguire se... ci fosse stata una ruota di scorta, ma c'era solo un microbico ruotino che permette di percorrere, a bassa velocità, soltanto una cinquantina di chilometri.
O.K. Ci carica tutti, armi e bagagli, e ci porta a Novi Ligure. Mai avrei pensato di potermi fermare un giorno a Novi Ligure!!! Il pensiero non mi ha mai sfiorato e, arrivati nel dolcissimo paese della cioccolata, ho anche capito perchè!!!
Fa un freddo allucinante, il paese, visto anche con gli occhi della stanchezza e della frustrazione, fa schifo e siamo demoralizzati al massimo!!! Il poveretto che ci ha soccorso sull'autostrada è un'anima candida e invece di portarci al deposito, come era suo dovere, ci accompagna in un albergo.
Scarica la jeep, fai fare pipì al cane, prendi una stanza, rinfrescati un attimo e si sono fatte le 21.30 di sera. Non ci vediamo più dalla fame, siamo stanchi e spossati. Io non mi reggo più in piedi!!! La paura che ho provato stando ferma sull'autostrada comincia a farsi sentire sotto forma di esaurimento fisico.
Andiamo a mangiare che sono le dieci passate!!! I bambini per fortuna vivono questa cosa come un'avventura, un piacevole diversivo che permette loro di dormire una notte in albergo e andare a mangiare al ristorante tutto quello che desiderano!!!
Fare una doccia bollente mi sembra la cosa più bella del mondo e a dispetto del letto duro come marmo dormo come un ghiro fino al mattino.
Il giorno dopo è domenica e naturalmente non c'è nessuno che possa sostituirci la ruota esplosa... e poi non siamo molto lontani da Ovada. Lunedì dovrebbero ridarci la nostra macchina!!! Che cosa facciamo? Ci informiamo per i treni ma ho scoperto che i cani non possono viaggiare in treno se non sono provvisti di un Certificato Anagrafico Canino pena una multa piuttosto salata oltre al volo (cane e padroni) fuori dal treno dovunque ti trovi!!! Ma che assurdità!!!
L'idea era quella di andare a Sanremo in treno, fare la nostra vacanza e al ritorno fermarci a Ovada, riprendere la nostra macchina e tornare a casa. Non si può fare!!!
Va be, restiamo un altro giorno a Novi Ligure (che bello!!!!!!!) e lunedi' ci prendiamo la Jeep e festa fatta!!!
Lunedì arriva lento come la quaresima... le ore non passano mai.
Faccio i salti mortali per distrarre i bambini, per farli giocare e per far passare il tempo piacevolmente. Uscire non si può!!! Siamo attrezzati per una vacanza in riviera e fa davvero un freddo che non avevamo previsto!!! Stiamo in albergo con TV, Nintendo DS, libri, cruciverba, carte da gioco e un po' di compiti...
Lunedì mattina telefoniamo all'officina di Ovada e ci dicono che l'auto sarà pronta alle 15,30. Hanno individuato il problema ma devono smontare la pompa della benzina. Aspettiamo con pazienza!!!
Alle 15 chiamiamo un taxi che da Novi ci porterà a Ovada. Carica il taxi, scarica il taxi. Ma la macchina non è ancora pronta!!!
Aspettiamo!!! Aspettiamo!!! Aspettiamo!!!
Ci danno l'O.K. solo alle 16.45!!!
Carichiamo la macchina e partiamo...
Io sono tesa come una corda di violino. Cerco di convincere Roberto a non fare l'autostrada... ci metteremo più tempo ma almeno se ci fermiamo non ci sono pericoli!!!
Ma va la, mi dice Robi, la macchina è a posto!!! Ma anche lui dopo un po' ha dei dubbi!!! Rumori sinistri escono dal motore e vuoti sospetti ci fanno sudare freddo!!!
In una galleria sull'autostrada dei Fiori Genova-Ventimiglia la macchina si ferma ma con la forza rimasta riusciamo ad uscire e accostiamo!!!
NOOOOO!!!! NON E' POSSIBILE!!!!
Ma la macchina riparte, va a scatti, va pianino... ma va!!!
Appena possibile lasciamo l'autostrada. La macchina sembra riprendersi, tossisce, sputacchia ma procede... Siamo sull'Aurelia, attraversiamo i paesi della costa, ci sono luci e tanta gente. E'
rassicurante sapere che, se anche ci dovessimo fermare, almeno abbiamo intorno luci, persone e locali!!!
Sanremo non è più tanto lontana. Sono le 19.30 circa. Ancora un'ora e ci siamo!!! Ma ad un tratto, all'altezza di Albenga, l'Aurelia è bloccata per frana. Non si può proseguire!!! Siamo costretti a tornare indietro!!!
Ci sono solo due modi per raggiungere Sanremo: o fare l'autostrada (ipotesi immediatamente scartata) oppure fare l'Aurelia bis, una superstrada con viadotti e gallerie. E' come un'autostrada a ben vedere... ma abbiamo altra scelta???
Sull'Aurelia bis ci fermiamo definitivamente fra Albenga e Alassio!!!
Non so se è la nostra vecchia jeep che ormai ha maturato un'avversione particolare per Autostrade e superstrade o cosa... ma siamo ancora fermi con le auto che ci sfrecciano a pochi centimetri, buio intorno e niente di niente all'orizzonte!!!
TERZO CARRO ATTREZZI!!!! Arriva dopo quasi un ora!!!
Carica auto, bimbi e cane sul carro e andiamo ad Alassio. Ci mettiamo daccordo con il nostro soccorritore di portare la macchina a Sanremo alla Opel il giorno dopo e di lasciarci in un bar ad Alassio. Il bar fa schifo, è triste, cadente, scrostato... ma fanno degli ottimi tost!!!
Dopo un ora... miraggio... un amico di Roberto appare. Ha un paio di bianche ali attaccate sulla schiena, il sorriso di chi è fresco e riposato e una macchina che non fa capricci!!! Arriviamo a
Sanremo che sono quasi le undici di notte!!!
Sono frastornata!!!
Che bello, non mi sembra vero!!!
Il resto della vacanza è stata un po' una noia. Bloccati nel paesino dei miei suoceri senza l'auto, non abbiamo fatto altro che riposare, poltrire e mangiare... mangiare... mangiare... Ma perchè le persone di una certa età, le suocere in particolare, hanno sempre tanta paura che
i nipoti e i loro genitori muoiano di fame???
Ecco, questa è stata la mia vacanza!!!
... ..."

Non vi dico poi il giorno di Natale....
Me lo sentivo, forse sono un po' streghetta... Fatto sta che alla fine del pranzo è scoppiata una furente litigata tra mia madre e il compagno di mia sorella. Insomma, siamo dovuti fuggire per non costringere i bambini ad assistere a simili scenate.

Evviva Amici, le feste sono finite!!!

Propositi per il nuovo anno:
1- Acquistare un'auto nuova
2- Trascorrere le prossive feste noi quattro da soli


Un abbraccio
Francesca

10 commenti:

Marta ha detto...

O mamma mia che (dis)avventura!!
Ero venuta ad augurarti buon anno... direi che non guasta! ;-) I due propositi per il 2010 mi sembrano ottimi!

Daniela B. ha detto...

Scusa ma le vostre avventure sono così paradossali..che fanno quasi ridere!!scherzi a parte, mi dispiace tantissimo tutto quello che vi é successo, davvero uno stress tremendo e un pasticcio dopo l'altro, spero che almeno i bambini abbiano vissutto tutto come una strana avventura e non si siano troppo spaventati!
comunque sia andata, buon inzio anno ed un abbraccio!

Alchemilla ha detto...

Veramente quando si dice che non c'è limite al peggio...

Da come l'hai raccontata mi sembra che siate stati anche troppo calmi per quello che vi è successo. Complimenti per il sangue freddo!

Buon 2010 e in bocca al lupo per la realizzazione dei nuovi propositi.

valentina ha detto...

Mi sembrano due ottimi proprositi per iniziare l'anno...anche a me queste feste mi hanno alquanto scombussolato..ma il tuo viaggio è stato alquanto allucinante..
Buon inizio anno francesca!!!

raffa ha detto...

cara francesca ciao.che terribile avventura!a me sarebbero saltati i nervi.cercate di dimenticare i momenti brutti e pensare solo ai belli!!la vita ricomincia..buon anno

Francesco ha detto...

Cara Cecca sembra quasi una barzelletta....!

Da buon meridionale spargerei... una decina di peperoncini rossi sparsi nella nuova macchina.....!

Non sono superstizioso ma non si sa mai....come diceva un famoso scienziato riguardo il suo ferro di cavallo attaccato alla porta di casa....!

Mi raccomando per stanotte solo il solito per me....cambonella..di quella buona...! Auguri

Cecco!!!

Cris ha detto...

Francesca, mi dispiace molto per quello que vi é successo, questa é una vera storia della famiglia Fantozzi!!!!!!!.
Grazie per il tuo comentario nel mio blog.
Meno male che le feste finiscono oggi. Rilassati e gira pagina.
Un bacio
Cris

guerreronegro ha detto...

Mamma mia che vacanze avventurose!
Chissà quale sarà il significato di questa piccola, intricata e intrecciata trama nell'infinito tappeto dell'universo che tutti noi stiamo costruendo...
Dai che le vacanze con oggi sono finite!

IGI ha detto...

ciao francesca, sono igi (papà di giovi ed emma).
Ho trovato questo tuo blog cercando ricette indonesiane (PURA CUCINA) e riconoscendoti nella minuscola miniatura ivi pubblicata.

Ho letto del viaggio: pazzesco, non ho parole, sembra una saga fantozziana.
Salutami il "gladiatore".
igi

Cicabuma ha detto...

IGI...
Non ci posso credere!!!...
Pensavo che il mondo di internet fosse sterminato e illimitato e chi mi ritrovo??? Praticamente il mio vicino di casa!!!
Un bacio a Giovi, Emma e alla Prof... e naturalmente a te.
BUON ANNO
Hai letto che viaggio? Ti lascio immaginare Roberto che contento che era...