sabato 7 febbraio 2009

Mettere a frutto il tempo


In questi giorni di immobilità forzata (ebbene si, non sto ancora bene - oggi per esempio ho provato ad andare al lavoro (mannaggia a me!!!) ma sono dovuta rientrare con la coda tra le gambe) ho scritto. Sono andata avanti con il racconto fantasy. Mi appassiona tantissimo e mi diverto!!! Sono circa a un quarto dell'opera. La storia comincia a delinearsi, i personaggi assumono una loro personalità, la trama scorre... Il quaderno con la copertina rigida è quasi finito, ma ne ho già un altro che attende. Prima o poi dovrò decidermi a trascriverlo sul computer, ma per il momento mi piace di più vederlo scritto a penna!
Vi anticipo i nomi dei personaggi principale: Glixia, Milos, Arboreo, Genziano, Candore, Geov, Rea e Andreas.
Insomma, sto mettendo a frutto il tempo con lettura e scrittura.
Sto leggendo Osho. Lo so, mi contraddico. Qualche post fa avevo detto che libri del genere non riuscivo più a leggerli ma... ho cambiato idea. Adesso ho bisogno di nutrire la mia anima. Almeno Osho non è banale!!!
Un abbraccio

Francesca

9 commenti:

stella ha detto...

Ciao Francesca,ora ti sgrido. Devi pensare prima alla tua salute e poi al lavoro,(io facevo come te...)!!

Nutri l'anima,ma anche il corpo. Bacioni!

Paola ha detto...

Siamo corpo e anima, uno è dipendente dall'altro. Ognuno ha il suo compito a cui l'altro partecipa...
E forse il titolo del tuo post ascolta anche il corpo: prendi il tuo tempo!

PS- Non vedo l'ora di leggere il tuo libro...sarà il mio primo libro fantasy :)

Raffaele ha detto...

Carissima Francesca,
è come dice la carissima Stella e la carissima Paola e tanti, ed è anche quello che ti suggerisco anch'io. Trova la tua dimensione interiore, ma soprattutto non trascurare il corpo, quel microuniverso che ti sostiene, che ti rapporta con questa realtà in cui sei immersa insieme alla tua fantastica famiglia e tanti cari amici.
Hai visto già le risposte arrivano da dentro te stessa, questa immagine che hai messo nel post già parla ti parla da sola, dicendoti con quel fantastico meraviglioso spettacolo della natura, con quell’acqua cristallina , che hai bisogno di purificarti, di uscire alla luce del sole insieme ai tuoi cari, in campagna, in montagna ovunque fuori a contemplare con tante benefiche meditazioni la natura e sopratutto ti ricorda anche di non trascurare la respirazione consapevole perché tu sai che aiuta a rigenerare sia il corpo, sia la mente ma soprattutto l’anima. Sorridi, scherza, canta e gioca con i tuoi cari hai gia provato questa meravigliosa esperienza che hai condiviso in un post con tanti amici.
Carissima, guarisci presto non solo per i tuoi cari amici ma soprattutto per la tua meravigliosa famiglia che sono aldisopra d’ogni cosa ansiosi di vedersi abbracciati da un tuo sorriso.
Affettuosamente
Raffaele

Francesco ha detto...

Contraddirsi è normalissimo. Se tutto scorre perchè non dovrebbero farlo anche le convinzioni!?

valentina ha detto...

Ciao francesca,
prenditi il tuo tempo e approfitta di qesto per fare delle cose piacevoli come leggere e scrivere...vedrai che recupererai presto le tue forze!
un abbraccio!

Cicabuma ha detto...

Stella, sgridami, sgridami pure... me lo merito. Non sarei dovuta andare al lavoro ma sai, mi sembrava di stare meglio!!! Comunque adesso me la prendo con più calma e cerco di non farmi prendere dai sensi di colpa per l'assenza sul lavoro.

Paola, prometto che appena l'ho finito ne stampo una copia e te lo mando, così mi dici che ne pensi!!!

Raffaele, le tue parole sono sempre balsamiche. Ne farò tesoro!

Francesco, io penso che chi non cambia mai idea non è una persona molto intelligente... che ne dici?

Un abbraccio a tutti
Francesca

Cicabuma ha detto...

Ciao Valentina,
tu scrivevi in contemporanea a me... vedo solo ora il commento!!!
Grazie per le tue parole di incoraggiamento. Confesso che sono un po' stufa di questo malessere, ma devo avere più pazienza senò finisce come ieri che mi sono seduta su una panchina e non mi sono alzata più fino all'arrivo di mio marito!!!
Un abbraccio
Francesca

nonnatuttua ha detto...

Spero che ora tu stia meglio, che abbia ricuperato le forze, ma comunque anche io ti dico che è meglio che riprenda il ritmo normale quando ti senti ben sicura del tuo fisico....
e poi, se torni a lavorare troppo presto ci tocca aspettare ancora tanto tempo prima di leggere il tuo libro!!!!!
Scherzo..... ma riguardati davvero....
Un abbraccio

la signora in rosso ha detto...

A volte il nostro corpo ci dice che dobbiamo fermarci..è bene ascoltarlo, anche se leggo che la testa, si muove..