venerdì 31 ottobre 2008

Un pensiero per Olga

Olga non c'è più.
Olga era una mia amica. Olga era malata, molto malata... e adesso non c'è più!
Il male dei mali l'ha portata via e il suo fisico, già fortemente provato per il trapianto subito molti anni addietro, non ha retto il peso delle terribili cure a cui è stata sottoposta.
Oggi sono profondamente triste e non faccio altro che pensare alle sue figlie e a suo marito, al bel sorriso cordiale che ci siamo scambiate quando ci siamo conosciute, tantissimi anni fa, alle tante e tante risate che abbiamo fatto sedute intorno al tavolo della sua casa che era sempre aperta a tutti, al quadro che ho dipinto per lei, alle gite che abbiamo fatto insieme...
Olga non c'è più.
La sua anima vola alta nel cielo, circondata da un coro di Angeli.
Arrivederci!

Francesca

6 commenti:

nonnatuttua ha detto...

Questo è un anno pieno di addii...
Ho chiuso ora una telefonata...
Abbiamo un coro di angeli in cielo che ci sostiene, oggi soprattutto che è la loro e la nostra festa!
Ti abbraccio
Fausta

isalfmo ha detto...

Ti sono vicino Francesca, molto!
Un giorno ritroveremo tutti i nostri cari, e ne rivedremo i sorrisi!
Un abbraccio, Fabio

Paola ha detto...

Mi spiace. E' doloroso dalutare gli amici e i cari che ci vengono portati via.

Lucia ha detto...

Ciao Francesca.
Mi spiace per questo momento crudo. Non è facile accettare, capire ... e il distacco è sempre difficile. Mi spiace e auguro ai suoi cari e anche a te un aiuto particolare per superare il dolore.

Un abbraccio.

Lucia

Cicabuma ha detto...

Grazie Amici per le vostre parole... Sono ancora scossa e triste e in questi giorni penso che, davvero, siamo attaccati alla vita da un filo sottile che in ogni momento Lui potrebbe decidere di recidere. Non è pessimismo il mio, è la realtà!!! Ma questo non deve rattristarci, anzi... Questa consapevolezza deve diventare uno stimolo a vivere più intensamente ogni nostro giorno, con passione e amore, con gioia e consapevolezza. La vita è troppo breve e troppo preziosa per gettarla via dedicandoci a cose poco nobili, inutili, futili e vacue...
L'uomo è un essere grande per tutto quello che porta nel cuore, per tutto quello che alberga nella mente... e nello stesso tempo è un essere fragile e debole. Siamo un meraviglioso mistero!
Vi abbraccio forte

Francesca

Raffaele ha detto...

Carissima Francesca.

Capisco il grande dolore, il grande distacco per una persona che è assai cara al nostro cuore.

Non ci sono parole adatte che possono esprimere questo sentimento.

Chi ti parla è un padre che nel dramma del suo immenso, indescrivibile dolore ha riscoperto l’indefinibile AMORE. Con questo mio cuore che dal destino è stato frantumato in mille pezzi, con questo mio cuore che si è ridestato che con SINCERO e SPONTANEO ALTRUISMO ti dice che SONO VICINI, SONO PIU' VIVI DI NOI, ANCHE SE NON LI VEDIAMO, ANCHE SE NON LI SENTIAMO.

Credimi con tutto il cuore, possiamo anche canalizzare con i nostri cari, con i nostri immensi amori solo se ci abbandoniamo mentalmente dalla realtà che ci circonda a quel silenzio interiore per entrare in uno stato di meditazione / contemplazione / preghiera con noi stessi possiamo connetterci con il cuore con tutto ciò che c'è più caro.
Non ti dico altro, ti lascio alle tue giuste riflessioni interiori.

Oggi, in questo tempo di grandi mutamenti è necessario dire certe cose, anche se tu non ci credi, perchè ti possono sembrare inverosimili o sopranaturali. In un mio messaggio telepatico con il mio grandioso Angelo e Maestro, con mio figlio Orazio dove gli chiedevo di rapportarmi in una similitudine le differenze di consapevolezza fra questo nostro mondo ed il mondo spirituale; mi ha detto UNA GOCCIA D’ACQUA IN UN OCEANO SCONFINATO.

Capite quale abisso ci separa dalla grande gnosi? Dalla grande conoscenza? Dalle grandiose Verità? Dalla vera essenza dell’essere immortale?

Affettuosamente
Raffaele

P.S. Una cosa che mi preme dire con tanta sentita e sincera certezza che nasce dal cuore Altro che illusorio ed eterno riposo, c’è tanto lavoro da fare dall’altra parte del velo. Tantissimi equilibri da mantenere continuamente tantissimi esseri da sostenere, confortare, guidare e aiutare, in ogni piano di consapevolezza, tantissime scuole di saggezza da frequentare tantissime pianificazioni da coordinare,tantissime missioni da effettuare in questo ed in altri infiniti universi. Mi fermo qui, non vado oltre.