domenica 6 febbraio 2011

Polvere

Oggi ho ripulito il mio armadio e svuotato la cassapanca della camera da letto.
Sono saltati fuori vestiti e oggetti che credevo di avere perduto e che ho cercato tanto, pensando di non poter fare senza.
Sono stati i primi che hanno preso la strada dei sacchi della Caritas e della raccolta differenziata!!!
Possiamo fare a meno di così tante cose...
Mi sono resa conto che amo gli spazi vuoti privi di oggetti perchè sono solo superfici dove si deposita la polvere.
Una prima drastica pulizia l'avevo già effettuata quando la malattia di Roberto era solo un sospetto: ecco allora che ho eliminato tutti i detersivi, i profumi e i cosmetici... tutta la plastica, tutti i vestiti sintetici, tutti i miei incensi indiani (sig!!!), tutto ciò che poteva essere nocivo.
Adesso completo l'opera. Voglio andarmene da qua leggera, libera e trasparente, come un cielo dopo un temporale.
Lo so che non ci riuscirò completamente. All'ultimo, salvo sempre qualcosa dall'eliminazione, perchè ogni oggetto è in fondo un piccolo ricordo. Cercherò se non altro di salvare solo quelli importanti.
Una cosa inscatolerò così com'è, senza toccare una virgola: il cassetto delle fotografie!!! Quello è sacro!!! Ma sarà l'unica cosa che resterà immune dalla mia "furia eliminatoria"!!!
Il momento si avvicina a grandi passi... Fra poche settimane dirò addio a questa casa ma non avrò nostalgie. In fondo non sono mai stata del tutto felice qui!!!
Questa è la casa del disagio e delle litigate con mia madre, della convalescenza di Marta dopo l'operazione al cuore, della lunga e tremenda malattia di Roberto. Non vedo l'ora di lasciarmi tutto questo alle spalle e ricominciare altrove.

Un bacio
Francesca

6 commenti:

Daniela B. ha detto...

Fare pulizia é terapeutico!La più importante é la pulizia dei pensieri, scegliere di avere solo pensieri di amore, ma é molto difficile...a volte pulire fuori di noi aiuta a fare chiarezza anche dentro di noi! :-)
Buon trasloco Francesca!!
Vi penso ogni giorno!

Sybille ha detto...

Brava Francesca!!

mammabucolica ha detto...

son con te anche se non ti scrivo!

Mi ripeto sempre, vivi una vita che ti somigli....
in bocca al lupo, sei una bella anima

Stefania ha detto...

che bella e grande metafora ... è una svolta nella vita questo cambiamento e davvero è bellissimo e importante riuscire a capire quando è necessario. Partire leggeri , come i più grandi viaggiatori. Dopotutto questa vita è un viaggio ... bello tuto ciò ...baci

Lunablu ha detto...

Quanti ricordi, belli e brutti e si accumulano in una casa...Questa casa e' stata teatro di molti traumi, la morte improvvisa di mio padre, la perdita di due gravidanze...ma e' stata anche la casa in cui e' nato il piccolo Luca, in cui ho passato tante notti magiche ad allattarlo alla luce dell'Albero di Natale...Un nuovo inizio mi attira molto, un po' invidio coloro che stanno per cambiare casa, un po' mi fa paura...

Nicoletta ha detto...

Quello che stai facendo mi ricorda quando ho lasciato la mia casa in Lomellina per la Scozia. Mi sono sentita cosi' libera, e' stato bellissimo. Anche se la vita e' un costante compromesso adesso sono molto piu' tranquilla. Sono sicura che sara' lo stesso anche per voi!
Nicoletta