sabato 19 febbraio 2011

Luca e Paolo

Quest'anno il Festival lo guardo.
Strano, io ho praticamente eliminato dalla mia vita la televisione ma il Festival di Sanremo lo guardo sempre. Non chiedetemi perchè. In genere mi annoio molto, le canzoni non mi piacciono quasi mai, mi pento quasi sempre di essere rimasta alzata fino a tardi... tutti gli anni!!!
Questa edizione non fa eccezioni. Anzi, direi che è particolarmente soporifera. Morandi è un bravo cantante ma è pessimo come presentatore, le due ragazze sono li più per mostrare gli abiti che indossano che per altro, le canzoni sono tutte così così (salvo solo Vecchioni per una questione di cuore!!!)... Gli unici che mi piacciono davvero sono loro due: Luca e Paolo.
Se c'è stato un po' di brio in questo Festival, l'hanno portato loro. Sono bravi, simpatici, ironici e intelligenti.
Guardate per esempio questa scenetta.
Due uomini qualunque, seduti ad un tavolo bevendo vino e giocando a scacchi, che commentano le vicende dell'attualità... Esilaranti!!!


5 commenti:

Laura ha detto...

fantastici sul serio!

Alchemilla ha detto...

Io pago il canone solo per il Festival!
Ne ho persi pochissimi, il primo a 7 anni e mi ricordo ancora le canzoni!
Però anch'io ogni anno ho gli stessi pentimenti. Anche se adesso che lo guardo con le mie figlie è comunque un momento divertente perché chiacchieriamo e commentiamo insieme.
Però sono stanchissime, il fatto di andare a letto alle 11 si ripercuote sulla loro giornata.
Che madre snaturata!

Miriam ha detto...

Ah, è verooo, anche tu come me....bellissima coincidenza!!!!
Bacioni!

giulia ha detto...

GDavvero divertenti
Un caro saluto

Luca ha detto...

Non lo guardo da anni, il Festival. Quest'anno ho fatto eccezione per il monologo di benigni, che mi ha fatto ridere e commuovere fino alle lacrime, una vera lezione di intelligenza, ironia e cultura. Luca e Paolo mi hanno lasciato perplessa...non li ho mai amati in maniera particolare, ma in un contesto ingessato come quello di Sanremo non hanno comunque dato il meglio, per ovvie ragioni! C'è stato ben di peggio, ovviamente...di meglio, mi ricordo poco, segno che il festival riesce a far diventari noiosi anche i migliori (però, una bella parodia di Elio, quella sì che mi avrebbe fatto davvero ridere: infatti si sono guardati bene dall'invitarlo, ah ah ah)