sabato 16 ottobre 2010

RAPPORTO OMEGA

No, non sono entrata nei Servizi Segreti... semplicemente cominciano ad arrivare alcune risposte dagli esami di Roberto.
La prima cosa che si è rilevata è un forte squilibrio nel rapporto tra i grassi Omega 6 e quelli Omega 3. Troppi Omega 6 e pochissimi Omega 3. Tutto questo può provocare problemi all'organismo, tra i quali anche processi infiammatori a carico delle vie respiratorie. Non ho ancora approfondito questa cosa, quindi non so dirvi altro al momento, ma quel che è certo è che da oggi aumenteremo il consumo di pesce e di semi di lino, i due alimenti che apportano una maggiore quantità di grassi Omega 3.
Certamente il problema non è tutto li (magari!!!), ma dopo aver eliminato la chimica dalla nostra vita ed esserci convertiti totalmente al biologico, adesso abbiamo un altro piccolo passo da fare!!!

La ricerca della casa procede.
Sapete esattamente che cosa cerchiamo? Un posto dove poter diventare totalmente indipendenti: orto, frutteto, vigna, bosco, qualche animale... Mi sentirò molto Nonna Papera ma, a pensarci bene, fin da bambina è stata sempre il mio personaggio Disney preferito e un pochino pure la invidiavo!!!
E poi vi voglio anticipare la mia idea.............
No, per scaramanzia non vi dico nulla finchè non ho trovato il posto adatto!!! Vi lascio sulle spine!!!
Un bacio

Francesca

11 commenti:

ALCHEMILLA ha detto...

HHHHHHH
Che ansia!

Se non sbaglio anche le alghe contengono omega 3.

Da quello che ho sentito consumiamo troppo olio extra vergine di oliva che è buonissimo e sano ma quando si esagera carica troppo l'organismo di omega 6.

Cicabuma ha detto...

Infatti. Roberto ne consuma tantissimo. L'importante però è mantenere equilibrato il rapporto fra i due Omega. Quindi benissimo l'olio di oliva se poi si consumano anche alimenti ricchi di Omega 3.
Cercherò notizie riguardo alle alghe. Grazie Alchemilla.
Un abbraccio
Francesca

valentina ha detto...

mmmhhh sono proprio curiosa di sapere di più del tuo progetto!
anche noi vorremmo cambiare casa..mi sa che è giunto il momento di cercare!

Francesco ha detto...

Cara Francesca come sai io sono giunto a decisioni drastiche per migliorare le mie condizioni respiratorie a perte il supporto di EFT/SET.
Se dovessi equilibrare gli omega 3 io partirei da una dieta vegeteriana, eliminando anche le graminacee per il loro impatto nella produzione di muco, e anche le uova e il latte e derivati. E' quello che ho fatto io da oltre 2 mesi
Ricorrerei a fonti vegetali di omega 3 tipo le alghe più che integratori tal quali (capsule) ma già l'aver eliminato alla fonte il grosso della formazione di tossine da alimenti biologici inclusi (mi riferisco a ciò che si forma dentro di noi da carne, pollo,pesce al di là della loro provenienza) credo che possa portare ad un equilibrio naturale di quel che si cerca anche se la cosa più importante è come ci sentiamo dopo aver apportato un cambiamento anche brusco alla nostra vita, al di là delle analisi
che possono avere un loro senso ma sono sempre una visione di una parte di quel che accade. Uno squilibrio (non parlo del caso specifico)a livello di qualcosa di specifico può essere dovuto a tante cose che non sono apparentemente correlate. Basti pensare all'osteoporosi che si cura dando il calcio non preoccupandosi del magnesio che è indispensabile per assorbirlo, a parte la vitamina D3.
Se non entriamo dall'ottica che la salute la vogliamo tutta non solo per il fegato oggi e per i polmoni domani continueremo ad inseguire noi stessi seguendo la medicina che ci aggiusta come se fossimo delle macchine. Capisco che non è semplice quel che sto dicendo, per il forte condizionamento culturale che abbiamo ricevuto nella nostra vita. Io, a parte le ultime vicende che conosci, ho avuto il piacere di essere seguito da una omeopata che, al di là dei progressi parziali ottenuti, mi ha impresso profondamente questa ottica del guardare al TUTTO prima di pensare a singoli aspetti che pur possono essere importanti

Un abbraccio Francesco

giorgio ha detto...

Mi pare che anche le noci contengano omega 3.

Felicissimo di tutta questa vitalità che ti sento dentro e che aleggia intorno a te.
E' proprio il caso di cercare anche fuori LA CASA DELLA TUA ANIMA!!!
Giorgio

Cicabuma ha detto...

Cara Vale, finchè non l'ho nel sacco... non dico "gatto".
E' una cosa che non dirò mai... almeno per un po'!!!

Caro Francesco,
anche io avevo pensato ad una dieta vegetariana per riequilibrarsi.
Capisco perfettamente il tuo discorso ed è in quella direzione che ci stiamo muovendo. Una cosa che adesso dobbiamo aspettare è la diagnosi!!!

Caro Giorgio,
la vitalità oggi c'è, domani... chissà. Prendo quello che arriva cercando di essere il più possibile positiva.

Un bacio a tutti
Francesca

Geillis ha detto...

Carissima, quando si ha un'urgenza così pressante di cambiamento, è perchè si è pronti a farlo: sono sicura che troverai la casa dei tuoi sogni, un giusto compromesso tra quello che desideri e la realtà! Già ti vedo, tra orto, animali e autoproduzione, anzi, quasi quasi ti invidio per il coraggio di lasciare la città ed uscire alla ricerca di un luogo incantato

Occhi di Notte ha detto...

Sono contenta che hai ripreso a scrivere! E' così importante quello che fai e trasmetti!Avete provato a dare un occhio intorno a San Daniele? Un abbraccio

Cicabuma ha detto...

Ci piece la zona di Faedis e Attimis... Prima cerchiamo li!!!
Un bacio
Francesca

giulia ha detto...

Hai un bell'atteggiamento costruttivo. Auguri quindi e anche a me è sempre piaciuta molto nonna papera con le sue magnifiche torte.
Un abbraccio

..althea officinalis.. ha detto...

Francesca!!
Ho letto tutti i tuoi commenti sul mio blog.
Sei grande, continua cosi..
Mi hai chiesto dell acidita della madre. Io posso dirti con certezza che quando l impasto supera il tempo di lievitazione diventa acido. Poi penso si dovrebbe parlare di ph.. vedo di informarmi e ti farò sapere.
La madre ha un massimo di giorni di vita, circa 5-6 in frigo oltre il quale rischi di perderla.
ti aggiungo tra i contatti