mercoledì 14 luglio 2010

Una lezione da imparare

Tutti abbiamo una o più lezioni da imparare in questa vita e anche io ho la mia.
Sto imparando tante cose in questo periodo, tante cose sull'Amore, sull'ascolto, sul sostegno e soprattutto sulla pazienza. Sto imparando che non tutto deve essere sempre e per forza perfetto, che ci sono cose che non riescono bene ma non per questo bisogna arrabbiarsi o innervosirsi.
Sono molto tesa in queste settimane e a volte non sopporto niente. Il caldo non aiuta ad essere più ottimista e propositiva e così trascorro gran parte della mia giornata distesa sul letto con il ventilatore a palla a pensare a come immaginavo sarebbe stata la mia vita a 42 anni.
Eppure, nonostante tutto, capisco che la vita è fatta anche di questi momenti e anzi, sono forse questi momenti che danno significato a tutto il resto, che arricchiscono di gioia quello che altrimenti apparirebbe normale e scontato.
Nulla nella vita è scontato e nulla è normale. Tutto si deve conquistare e difendere.
Ho una lezione da imparare ed è quella della pazienza e della semplicità.
Un giorno forse vi racconterò la mia storia e perchè mi risulta tanto difficile accettare una vita normale, una vita senza denaro e senza lussi... Eppure è questa la lezione che devo imparare.
Arrivata da una situazione di grandissimo benessere, dove c'era tutto tranne forse le sole cose davvero importanti, sono approdata in una famiglia dove si fa fatica ad arrivare a fine mese ma dove non manca l'affetto e il calore.
La lezione che devo imparare in questa vita è che la materialità è inganno, il divertimento è effimero, il lusso inutile... e forse questa l'ho già imparata da tempo.
Adesso devo fare un passo uteriore: devo imparare a dominare quella sottile piccola rabbia che a volte si agita dentro di me e che mi fa rimpiangere una vita che è passata, che pensavo di poter avere ancora ma che non riavrò mai più! A volte si agita, soprattutto di notte, e malignamente mi sussurra: "Hai visto? Hai lasciato tutto per chi? Per cosa?"......
Ma poi arriva il giorno. Il sole spunta all'orizzonte e allora guardo Roberto, guardo i bambini... La rabbia maligna scappa perchè non riesce a reggere la vista di tanta bellezza e di tanto Amore!!!
Ho una lezione da imparare in questa vita: che l'Amore è la ricchezza più grande che si possa desiderare e che se anche, a volte, non è perfetto... è l'unica cosa per cui valga la pena vivere!
Francesca

11 commenti:

Raffaele ha detto...

Carissima Preziosa Francesca,
hai proprio ragione, la cosa più grande in questa vita è dare amore, non ha importanza quanto, perché basta una piccola fiammella per accendere un fuoco e per diventare un SOLE INTERIORE CHE SI MOSTRA FUORI CON TANTO AMORE.... Arriverà il tempo delle vacanze anche per il mio cuore, ed anche se assente dal tuo prezioso blog, sempre l’immagine di un tuo amorevole cuore mi darà sollievo e giusta gioia interiore.

Daniela B. ha detto...

Francesca cara, le tue parole mi hanno commosso..sto passando dei giorni difficili di scelte e di una grande ferita, spero che l'amore possa ricucire anche questo strappo forte che sento, io ci voglio credere, voglio continuare a credere che l'amore é possibile, nonostante le delusioni della vita, il dolore che ci possono dare anche le persone a cui vogliamo più bene..
un abbraccio grande!

Sybille ha detto...

Cara Francesca,
ti lascio questa poesia di Erich Fried (l'originale é tedesco; per te, l'ho tradotta in italiano, spero esserci riuscita):

Che cos'è

E' una sciocchezza
dice la ragione
E 'quello che è
dice l'amore

E' una disgrazia
dice il calcolo
Non è altro che dolore
dice l' ansia
E' senza speranza
dice l'intuizione
E' quello che è
dice l'amore

E' ridicolo
dice l’orgoglio
E' spericolato
dice la cautela
E' impossibile
dice l'esperienza
E 'quello che è
dice l'amore

un abbraccio
S.

valentina ha detto...

Anche io in questo periodo cerco di essere positiva anche se dentro di me c'è una grande agitazione di non farcela..certo l'amore è più grande di tutto e supera tutto ma le difficoltà economiche sono davvero tante..ho scelto di stare a casa fino a fine agosto per godermi il mio pupino ma le grosse spese di questo periodo (casa, bisogni di tommy, spesa ecc)mi fanno pensare "ma quando arriva di nuovo il momento di lavorare???" e non è giusto...anch'io quando guardo Tommy che dorme pacifico mi sento la persona più fortunata del mondo...

ALCHEMILLA ha detto...

Spero che la poesia tradotta da Sybille ti dia un po' di consolazione.
Mi spiace davvero per la tua sofferenza, si sente in ogni tuo post il tuo meraviglioso spirito ma anche tanta fatica...

Non sentirti in colpa se ogni tanto fai questi pensieri perchè "eh no che i soldi lo so che non danno la felicità...immagina però come può stare chi non li ha..." cantava Luca Carboni tanto tempo fa.

Stefi ha detto...

Cara Francesca, ti capisco...sai anche per me questo è un periodo in cui sto imparando parecchio nella vita... ed a proposito sto leggendo un bel libro che mi ha prestato una mia amica, ricco di molti spunti e lo consiglio anche a te. :)
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__Guarire-le-Ferite-del-Passato.php
un abbracci rinfrescante ;)
StefiB

p.s. ma perchè la mia parola di verifica è "gelid"?... si vede che siamo tutte nella stessa barca con questo caldo LOL!

Francesco ha detto...

Cara Francesca
ti conosco, seppur non di persona, da un pò e credo che tu non abbia nessuna lezione da imparare...piuttosto ha una, tante lezioni da insegnare, a tanta gente, che ne ha bisogno...

un abbraccio
Francesco

dorisiana ha detto...

Io ho il tuo stesso 'problema': 2 figli meravigliosi, un compagno che condivide il mio modo di vita, un posto dove amo vivere; ma sempre, a volte in modo sottile a volte prepotentemente emerge il 'pensiero': che cosa ho fatto? La mia vita passata era senza problemi economici ed ora siamo sempre con l' acqua alla gola. Mi assale sempre la paura per il futuro dei miei figli, di non essere in grado di fornirgli i beni materiali (di amore ne hanno a sufficienza) che ho avuto io alla loro età. Ma noi esseri umani non siamo mai contenti? Se avessi i soldi ma mi mancasse ciò che ho adesso sarei comunque triste. Si, dobbiamo imparare che l' amore é l' unica cosa che conta, l' unica cosa alla quale non possiamo rinunciare. Il percorso è difficile ma non impossibile. ciao!

Stefania ha detto...

Ciao Francesca ... spesso non scegliamo la strada da percorrere è il destino , il caso , il non so che , che ci prende e ci trascina ... ma i più saggi dicono che poi , con la visione più ampia che si chiama saggezza capiremo perchè abbiamo fatto quel percorso ... in tutto questo io però sono una gran sostenitrice dell'istinto... ascolta lui . Ti abbraccio Stefania

Arcangela ha detto...

Ti ho scoperto per caso, attraverso Rina - Voce di Vento.

In bocca al lupo per tutto.

Arcangela

Janas ha detto...

Cara Francesca, ho letto e riletto più volte il tuo post. Vorrei scriverti qualcosa, ho questo istinto, ma non so bene cosa scriverti!
Le lezioni più grandi della vita me le hanno date i miei genitori.
Ho imparato ad ascoltare e a sentire, ho imparato a guardare e a vedere...
mi hanno insegnato la bellezza dell'arte e della natura, il valore del rispetto, l'importanza del gioco a qualsiasi età, l'importanza del sapere e la curiosità.
Mi hanno insegnato l'attesa, la semplicità, il saper sorridere e ridere anche di sè stessi, mi hanno insegnato a dare il giusto valore alle cose, e l'inutilità di certi "problemi".

Non sprecare le tue energie.
Sei una ragazza molto sensibile, intelligente, colta, fantasiosa e speciale. Questo è quello che conta.
Ciao Francesca, un abbraccio.