lunedì 1 novembre 2010

Giorni di sole e giorni di pioggia

Sabato mattina sono andata con Roberto a fare un giro in campagna. Roberto camminava con una stampella, però piano piano mi ha seguito.
Il cielo era molto nuvoloso, solo di tanto in tanto faceva capolino un timido sole e i colori intorno erano magnifici.

I cachi squisiti...
La vigna in fiamme...
Gli ultimi pasti prima del gelo...
Bacche rosse che ricordano il Natale...

Ciò che resta delle rose...

Ieri e oggi invece il tempo è stato pessimo: pioggia, freddo, umidità e ancora pioggia e poi pioggia di nuovo. Non ti viene voglia di uscire, però viene voglia di Fare.
I ragazzi hanno deciso che quest'anno l'Albero di Natale sarà esclusivamente di Pasta di Sale. Conviene allora mettersi subito all'opera!!!
Una tazza di farina, una tazza di sale fino, acqua quanto basta, atrezzi vari, stampini e mattarello e via...
Adesso gli oggetti dovranno essere colorati, forse verniciati se troviamo dei prodotti non chimici, senò restano grezzi, e poi saranno pronti per la Grande Festa.
Naturalmente dovremo farne tanti e tanti altri ancora, ma qui piove così spesso che.....
Un po' di angioletti fatti dai ragazzi (non vogliono più essere chiamati bambini!!!)...
E qui dei simpatici pupazzi di neve alti solo 4-5 centimetri...

E poi degli orsetti colorati... poco natalizi forse, soprattutto quelli con i fiori, ma a Giovanni piacevano tantissimo!!!

E per finire altri oggettini... Mentre sono al computer, Marta e Giovanni sono di sotto in cucina che ne fanno altri. Sono curiosa di vedere che cosa si sono inventati questa volta!
Avrei desiderato giorni più assolati e caldi per poter passeggiare nei boschi, sentire il profumo delle foglie morte e dei funghi, ascoltare la voce della Natura, ma stare in casa, accendere la stufa, fare il pane e una torta, guardare i ragazzi lavorare con la pasta di sale e vederli sereni e contenti... non ha prezzo!!!
Un bacio a tutti
Francesca

15 commenti:

raffa ha detto...

che meraviglia!francesca le foto del bosco in fiamme sono fantastiche!!!!! e quegli oggettini...ma quanto siete bravi!un abbraccio r

Occhi di Notte ha detto...

Sai, ogni volta che ti leggo mi commuovo. Sono contenta che hai ripreso a scrivere. Mi dai speranza e fiducia, anche se non vivo una situazione come la tua. parli di amore, di natura, di insieme, di vita, di piccole cose che scaldano l'anima. Mi manca la mia terra, tu me la racconti con occhi che me la fanno amare.

Anonimo ha detto...

Quanta serenità , quanto sapore e calore di casa si avvertono in questo post! è avvolgente e caldo come un maglione indossato per proteggersi dai primi freddi. Un augurio speciale affichè tanti giorni sereni si susseguano per formare una bellissima ghirlanda natalizia.Un abbraccio.
Diana

Miriam ha detto...

Ciao, timitamente mi riaffaccio nel tuo blog, è piacevole respirare il tepore attraverso le tue parole e le iniziative per il prossimo Natale...chissà se ti ricordi di una sospesa nel tempo come me...
Ti mando comunque un caro abbraccio!

Cicabuma ha detto...

Cara Miriam, certo che mi ricordo di te... Non solo, passo spesso nel tuo blog, ogni volta che scrivi un nuovo post. Non commento spesso, però ti leggo sempre!!!
Un bacio

Grazie per i vostri bei commenti!!!
E' un periodo sereno, benchè Robi non stia affatto bene. Sono fiduciosa perchè so che a Primavera ci trasferiremo in campagna, cominceremo una nuova vita, inizierà un percorso di guarigione, sia del fisico che della mente, che coinvolgerà tutta la famiglia e tutto questo non è più miraggio, ma concreta realtà!!!
Sono ottimista.
Un abbraccio a tutti
Francesca

Sybille ha detto...

Wow, siete bravissimi con la pasta di sale! Che bello pensare che le cose presto andranno meglio, che ogni giorni che passa vi state avvicinando ad periodo migliore, quasi come una gravidanza dove si attende pieni di speranza e di fiducia...
un abbraccio a tutta la famiglia!
P.S. - Belle le foto della natura! Qui piove da due giorni e non si esce da casa...

dolcichiacchiere ha detto...

che meraviglia la natura.....e le opere d'arte dei tuoi ragazzi sono davvero bellissime...baci katia

valentina ha detto...

Che bello!ecco la francesca che conoscevo...quella della cretività!
un bacio!

Amalia ha detto...

che belle foto!
Gli oggetti sono poi meravigliosi, che bravi!

Tito Barbini ha detto...

cara francesca, la tua creatività è stupenda, ti voglio bene, tito

Cicabuma ha detto...

Tito, il tuo commento mi commuove e mi fa gioire. Sei una persona stupenda. Grazie.
Ti voglio bene anche io!

Grazie a tutti per i bei commenti. E' vero, sto tornando quella di un tempo. Spero non sia solo un momento, ma l'inizio di una risalita per me e per Roberto.

giulia ha detto...

Bellissime foto e un bel modo per stare insieme.Tanto calore umano.
Un abbraccio

Tzugumi ha detto...

Che bello...mi fai venire nostalgia della mia casa, in questo periodo è esattamente così, un'esplosione di colori! Un abbraccio :)

tiziana ha detto...

Io ci sono riuscita per poco tempo, nell'arco di un pomeriggio ho visitato il parco del Ticino e mi sono rifatta gli occhi, le narici, la pelle. L'autunno può regalarti colori e luci indimenticabili. Il profumo dei camini accesi e della legna bruciata che costa meno del gas-metano, l'odore intenso della terra bagnata ed umida, tutto riconcilia con il mondo che ti circonda. Io vivo in mezzo ad una città ma sono vicina ad un parco protetto che mi garantisce silenzi e visioni da favola. In inverno nel prato vicino a casa anni fa ho visto una volpe camminare nella neve, e le lucciole. Le ho contate, erano 4, ho pregato di trovarne altre l'estate successiva ma sono sempre poche rispetto a quelle che vedevo da bambina in altre regioni. Adoro passeggiare nei boschi e sono rapita dai colori oltre che dagli odori. Le foglie sembrano tappezzare di gioia ogni superficie, anche da marce, lucide o secche ed accartocciate. Spero che il tempo ti dia altre occasioni per uscire e mirare tali bellezze.

Cicabuma ha detto...

Grazie Tiziana per le tue poetiche parole. Lieta di rivederti.
Un bacio
Francesca