mercoledì 26 maggio 2010

Forse...




Francesca

4 commenti:

Anna ha detto...

Francesca, a proposito di quanto scrivevi l' altro giorno su tuo marito...avete provato ad interpellare un approccio che prevede uno studio psicosomatico dei sintomi di cui tuo marito soffre? Secondo la psicosomatica, ogni disturbo ha un' origine ben precisa che risiede e si colloca in qualche esperienza vissuta nella quotidianità è relegata nel subconscio. Qualora una nuova situazione vissuta ne risveglia il ricordo, ecco che appare il sintomo...riassumo molto sinteticamente e probabilmente con parole inappropriate il tutto, ma spero di aver delineato un pochino il concetto e cio' a cui mi riferisco :-)

Cicabuma ha detto...

Sai Anna,
ogni volta che Roberto sente parlare di "disturbo psicosomatico" salta sulla sedia. Non ne vuole nemmeno sentire parlare!!!
Così come si alza e se ne va se un medico comincia a parlare di ansiolitici e calmanti!!!
Lo so, potrebbe essere la strada giusta, ma... non per lui e comunque non adesso!
Francesca

Stefania ha detto...

Francesca... sono daccordo con Anna , ma sono anche sicura che le cose arrivino al momento giusto e forse anche chi non prende in considerazione che esiste una forte parte che ci governa e che ci riguarda che non è prettamente fisica , lo farà al momento giusto , evidentemente o meno... Tu cerca di essere forte e allo stesso tempo prendi gli alti e bassi e i tuoi entusiasmi e le tue tristezze come parte di un movimento dell'anima che ti porta pian piano ad una visione più nitida delle cose... Mi spiace per il momento difficile. Non sentirti mai sola e sappi che dietro questi blog , schermi di frasi allegre e immagini solari abbiamo tutte delle realtà vere. Tutte le felicità e le tristezze... i periodi duri e morbidi , sentiti parte di un grande gruppo ... siamo con te ...

Amalia ha detto...

Cara Francesca,
mi spiace, ma confermo quanto ha già scritto Stefania, senza dubbio dietro la facciata dei nostri blog ci sono persone che attraversano come te, momenti oscuri e momenti luminosi, non sentirti sola, siamo vicine a te,
amalia