lunedì 2 novembre 2009

Nel vento...

Oggi piove e il cielo è grigio come piombo. Sono le 16,30 eppure è già buio e fa molto freddo.
Prevedendo questo cambiamento repentino nel clima ieri sono andata al cimitero a trovare mio padre....
Ma vi rendete conto dell'assurdità di quello che ho scritto? "...sono andata al cimitero a trovare mio padre....". Mentre compravo i fiori, mentre li portavo a casa, mentre con marito e figli mi recavo al cimitero, per tutto il tempo mi sono chiesta il senso di quello che stavo facendo!!!
E mentre ero li, davanti alla bella tomba, pulita e tirata a lucido da mia madre perchè in questo periodo bisogna presentare al meglio anche la morte, non sentivo assolutamente niente... non quella "corrispondenza di amorosi sensi" di foscoliana memoria... non nostalgia o dolore... solo un senso di assurdità!!!
Sarà forse che in quella tomba non c'è davvero il corpo di mio padre, ma solo le sue ceneri.... sarà che sappiamo già che è una sistemazione temporanea perchè appena se ne andrà anche mia madre (il più tardi possibile!!!) riuniremo le ceneri e le disperderemo la dove sarà possibile (mi dicono che in Italia non si può fare!!!)... sarà che il ricordo di mio padre è costante e continuo e non c'è giorno che non pensi a lui e che non mi manchi... sarà per tutto questo ma i cimiteri non mi dicono niente!!!
Io mio padre lo sento in tutto ciò che mi circonda, lo sento nel sole che mi scalda il viso, nella carezza del vento, nel profumo del pane, nei colori dei fiori... Io sono mio padre, mio padre vive in me e lo onoro e lo ricordo vivendo, ridendo e creando!!!
E quando finalmente potremo aprire quell'urna e disperdere le sue ceneri, allora la sensazione che lui mi circonda e mi abbraccia sarà reale perchè lui tornerà a fare parte del mondo... Con me, con noi... nel vento!!!

8 commenti:

Daniela B. ha detto...

Ti abbraccio..é molto toccante quello che scrivi su tuo padre..!
Daniela

Occhi di Notte ha detto...

Ti abbraccio e penso di percepire e comprendere quel che scrivi perchè a me accade la stessa cosa con mio nonno, una sorta di padre per me, che ora è in cimitero da molti anni ormai.
Eppure la presenza è intorno, non solo nel luogo della sua sepoltura.
E' nel mio cuore.

giorgio ha detto...

Leggi il mio post del 2 novembre e i commenti! Anch'io la penso come te.
Giorgio

Tzugumi ha detto...

Beh io non credo sia questione di "assurdità" :) Ognuno percepisce la morte in maniera differente e naturalmente conta molto anche il rapporto che si è avuto in vita con le persone. Nel caso di tuo padre è normale che per te lui non sia necessariamente in quel luogo fisico...io penso invece che viva accanto a te attraverso i tuoi ricordi, i tuoi gesti...che inevitabilmente son sempre i suoi :)

alehcim81 ha detto...

Cara Francesca,la penso esattamente allo stesso modo!Come sempre i tuoi post sono profondi e toccanti!

Grazie di essere tornata a visitare il mio blog!La Scozia mi ha rapito il cuore!:)

Raffaele ha detto...

Buon Giorno Carissima Francesca,

Carissima, anche se in parte, conosci già il mio infranto/ridestato cuore

Certo tutto questo sentire è soggettivo, ma ci sono verità innegabili e immutabili che vanno ricercate dentro il proprio cuore.
La tua dolce triste sensazione è assai fondata perché il tuo bel cuore sa che l’essenza del tuo caro papà, come di tutti gli esseri di questo mondo che sono TRAPASSATI non è in quella fredda simbolica tomba, ma ovunque, e soprattutto connesso con le belle energie del tuo prezioso essere. Ti ricordi che tempo fa ti dissi che io parlo telepaticamente con il mio immenso angelo e maestro, con colui che mi ha pregiato fino ai suoi possenti gloriosi 20 anni, mio figlio Orazio. Ti ricordi che ti avevo dato dei suggerimenti come connetterci con i nostri immensi amori. Ti ricordi riferendomi alle sante parole del Maestro Gesù che diceva che verrà quel tempo in cui vi manderò lo SPIRITO SANTO lo SPIRITO DI VERITA’ che farà parlare il cuore degli uomini con i propri angeli. QUEL TEMPO E’ QUESTO MIA CARA FRANCESCA PERCHE’ E’ VENUTO QUEL TEMPO TANTO ATTESO CHE L’ESSERE PRENDA CONSAPEVOLEZZA DI TUTTO QUELLO CHE GLI SPETTA PER QUELLA DIVINA FIGLIOLANZA.

E’ giunto il tempo del cambiamento della TRASFORMAZIONE, del ritorno di quella meravigliosa LUCE CRISTICA, il GENIO SOLARE, l’ANTICO DEI GIORNI con tutti i DEVA, i grandi MAESTRI, e i meravigliosi AMGELI. Questa visione presto si manifesterà al cuore di tutti gli esseri affinché capiscano cosa voglia dire veramente AMORE E AMARE IL PROSSIMO.

Non dico altro Carissima Bella Francesca, sappi solo che presto anche il tuo meraviglioso angelico essere si risveglierà, vedrà e capirà.

Ciao Cara Amica del Cuore e un salutone anche della mia dolce metà, la mia immensa adorabile Cettina

(scusandomi ti trasmetterò alcune cose al tuo vecchio indirizzo e-mail)

Cicabuma ha detto...

Attendo quel tempo Raffaele, e sempre grazie, grazie mille per le tue meravigliose parole!!!
Un saluto e un abbraccio a te e a Cettina.

barbara ha detto...

E' la stessa cosa che provo io nei confronti dei miei cari che se ne sono andati.
Loro sono con me sempre, ogni tanto vengono pure a trovarmi in sogno, perchè dovrei andare a omaggiare un involucro vuoto e corrotto?