venerdì 7 gennaio 2011

Le previsioni del Vecchio Venerando


Anche nel 2011 come ogni anno si è rinnovata la tradizione del ‘Pignarul Grant‘ di Tarcento che attraverso la direzione presa dal fumo generato dal grande falò epifanico fornisce le previsioni sull’andamento del nuovo anno.
«Sarà un anno buono, anche se con qualche incertezza»: così si è espresso ieri, a Coia, il Vecchio Venerando, scrutando il fumo che si innalzava dal “Pignarul Grant” in direzione nord-est. Le previsioni del Vieli sono state meditate: il saggio, infatti, nonostante le incalzanti sollecitazioni della folla, non si è pronunciato finchè il falò non è stato avvolto dalle fiamme e il fumo ha preso quindi una direzione precisa. «Pare buono – aveva solo detto il Venerando all’accensione del padre di tutti i pignarui – perché prende bene e questo è un buon segno».

«Il fumo va dritto – ha infine sentenziato il Vieli – e poi piega leggermente a nord-est. Se andasse solo a nord sarebbe male, perché due sono le direzioni infauste, il nord e l’ovest. L’est invece è la parte migliore per tutti. Qui, col fumo che va dritto e poi a nord-est, avremo un anno un po’ sofferto, ma che poi andrà bene. Sarà senz’altro un anno migliore di quello appena passato. L’annata, per Tarcento e per il Friuli, porta bene».
Il Venerando, misterioso, sulla previsione fatta per il 2010 ha invece spiegato: «Non si può dire sempre tutto ciò che si vede». «É il primo anno – ha però commentato ancora il Venerando – che vediamo una direzione a nord-est, io dico che avremo una ripresa in tutto, questo significa che possiamo cominciare a godere di qualcosa di buono che dovrebbe arrivare. Bisogna anche ricordare, però, che senza sacrifici non arriva nulla». «Auguro a tutti – è stata la conclusione del Vieli, prima di allontanarsi – un anno sereno e prospero, raccomandando a tutti di pensare di più ai più piccoli e a chi soffre».



Al di la del vaticinio del vecchio venerando, che vale sempre per ogni stagione e ogni occasione, mi auguro davvero che le cose possano migliorare. Be, peggio dell'anno passato non potrebbe andare, dico io, quindi accolgo la previsione con grande speranza.
La tradizione secolare si è ripetuta. In città c'era la nebbia di fumo ieri sera, perchè i "pignarui" accesi in periferia e nelle campagne erano davvero tanti. Praticamente in ogni paese c'è ne più di uno e a Tarcento c'è il più grande, il "Pignarul Grant", la Madre di tutti i Pignarui.
Mi piacciono tantissimo queste cose, queste tradizioni "pagane" che si rinnovano ogni anno, nonostante la modernità e l'high tech... In questo caso è una tradizione che risale addirittura ai Celti e nulla, nemmeno la cristianità e la sua voglia di eliminare riti e feste pagane, ha potuto far morire questi falò!!!
Rinnovo, insieme al Vecchio Venerando, l'augurio a tutti per un anno migliore di quello appena trascorso.
Baci a tutti

Francesca

6 commenti:

Marta Traverso ha detto...

Tanti auguri di cuore per questo nuovo anno!

Ninfa ha detto...

che bello questo post...mi ha fatto pensare...paese che vai, usanze che trovi...da me [in provincia di Napoli] il 17 gennaio c'è il fuoco di S'Antonio Abate. si accende un grosso falò [soprattutto nelle campagne, un falò in ogni cortile] con lo scopo di ottenere dal fuoco, purificazione ed energia vitale.

Lunablu ha detto...

Qua ci sono tante tradizioni celtiche, una bellissima e' che a il primo giorno dell'anno un uomo di capelli neir compia il rito del first footing, portando whiskey e un cibo tradizionale come shortbread o tablet ad amici e parenti. Mio marito, che ha i capelli neri, e' molto impegnato il primo di gennaio! Ps ho messo un link al tuo blog perche'...beh, perche' e' una voce vera. Mi ci sono voluti tipo 40 minuri per scoprire come si fa!!!!!;-)

Lara ha detto...

Piacciono molto anche a me queste tradizioni antiche che rimangono fortunatamente in vita ai giorni nostri.
Il fuoco, la direzione del fumo, sono indubbiamente grandi simboli.
Speriamo che il Vecchio Venerando abbia ragione e che questo nuovo anno sia meglio per tutti noi.
Ciao e Felice Anno 2011!
Lara

Occhi di Notte ha detto...

Il pignarul quest'anno non l'ho visto e nemmeno mi è giunta voce del fumo e dell'indirizzo... nessuna voce prima della tua, s'intende. UN abbraccio!

Alchemilla ha detto...

Ciao Carissima, tantissimi auguri di Buon Anno e un abbraccio forte forte.
Vedo che hai voglia di colori e quindi ti auguro veramente che questo sia un anno veramente colorato e, come dice il tuo post, positivo!