martedì 1 settembre 2009

Cartoline da Roma - 1° giorno Città del Vaticano

Era tanto che desideravo tornare a Roma.
A vent'anni ho vissuto a Roma per molti mesi, quasi un anno, perchè frequentavo un corso di recitazione, ma fra il lavoro e lo studio non mi sono mai concessa la possibilità di fare la turista.
Ci sono tornata, finalmente, l'ultima settimana di agosto, e mia figlia Marta è venuta con me...
Questa volte ho potuto fare la turista con tanto di guida sotto il braccio, ombrellino e ventaglio!!!
In quattro giorni abbiamo visto molte cose, ma non tutte... bisognerà tornarci, prima o poi.
Il primo giorno l'abbiamo interamente dedicato alla Città del Vaticano.
Siamo arrivate nella grande Piazza San Pietro molto presto e, prima che si formasse una fila troppo lunga, siamo andate a visitare la Basilica di San Pietro.

Appena entrati, sulla destra, ecco il prima regalo: la Pietà di Michelangelo.
Purtroppo la foto non è venuta benissimo, anche perchè la meravigliosa statua è protetta da una spessa lastra di vetro.
Che bel volto che ha questa Madonna, un volto sofferente ma dolce, delicato... le braccia larghe che sorreggono il corpo abbandonato del figlio crocefisso...
Sono rimasta muta ad osservare questa statua per parecchi minuti!


Ci sono molte altre cose da vedere all'interno della Basilica: tombe di Papi magnifiche e maestose, pale d'altare bellissime, affreschi preziosi... ogni altare è una scoperta. Anche solo il pavimento della basilica è un capolavoro!!!
Nella navata sinistra della basilica si apre la porta della sagrestia. E' questo l'accesso al Tesoro di San Pietro. Purtroppo non si potevano fare fotografie, ma state certi che se ci andrete uscirete da quelle sale pieni di stupore!
La Basilica è davvero enorme e si apprezzano meglio le sue dimensioni se si sale fino alla cupola.
C'è un ascensore che porta fino alla base del Cupolone (così confidenzialmente chiamato dai romani) e da un terrazzo che gira tutt'intorno si può ammirare l'interno dall'alto! Se andate a Roma non perdetevi questa possibilità, perchè ne vale la pena!!!

Se avete buone gambe e non soffrite di clustrofobia dovete assolutamente salire fino in cima alla cupola. Da li si gode di una bellissima vista, non solo su Piazza San Pietro, ma su gran parte della città. Le scale però sono molto ripide e l'accesso è molto stretto e soprattutto, una volta incanalati non si può più tornare indietro perchè la salita è a senso unico!!!

Però, vuoi mettere passeggiare sul tetto della Basilica... e ammirare le statue da tergo...
Qui sul tetto abbiamo assistito ad un concerto improvvisato di canti devozionali da parte di un gruppo di pellegrini polacchi. Penso che cose di questo genere accadano spesso in Vaticano, ma ascoltare questi canti lassù, in cima al tetto di San Pietro, è stato particolarmente emozionante!

Scesi sulla Terra, siamo andate a visitare i Musei Vaticani.
Sono enormi e c'è così tanto da vedere che sarebbe impossibile parlarvi di tutto quello che abbiamo visto...
Una cosa su tutte: nel Cortile Ottagono, il cuore del museo, c'è il famosissimo Gruppo del Laocoonte. Laocoonte era sacerdote di Apollo a Troia. Fu l'unico a mettere in guardia i suoi concittadini contro il cavallo ideato da Ulisse avvertendoli che porterlo all'interno delle mura della città sarebbe stato un grave errore. Lanciò quindi una lancia contro il cavallo in segno di sdegno! Atena, rimasta profondamente offesa da questo gesto, mandò i serpenti marini contro Laocoonte e i suoi figli che in quel momento si trovavano sulla spiaggia.
La scena è drammatica. I serpenti hanno già profondamente avviluppato il sacerdote e i due ragazzi. I tre si divicolano cercando invano di liberarsi dalle spire dei terribili animali.
I troiani, vedendo in questo un segno divino, decidono di trascinare entro le mura della città il cavallo.
La Cappella Sistina è meravigliosa ma purtroppo non sono riuscita a godermela a dovere: troppa gente si ammassava in quella sala che, tutto sommato, non è particolarmente vasta.
Sono riuscita a stare solo pochi minuti in contemplazione del bellissimo soffitto e del potente Giudizio Universale... Che peccato. Varrebbe la pena tornare a Roma solo per visitare questi capolavori di Michelangelo, ma sarebbe bello farlo in assoluto silenzio e solitudine, ma temo che questo sia praticamente impossibile.
Se vi interessa, il venerdì sera, è possibile visitare la Cappella Sistina fino alle 23,30.
Sicuramete a quell'ora non ci sarà troppa folla, ma io ho saputo questa cosa troppo tardi!!!
Non ho foto degli affreschi perchè sarebbe vietato farli. In realtà i flash si sprecavano e i custodi non sapevano più che fare per indurre i turisti a rispettare le regole...
Siamo uscite dal museo stanchissime. In realtà ci vorrebbero almeno due giorni per visitarlo tutto per benino!!!
Il primo giorno si è concluso con una doccia ristoratrice, un pediluvio rinfrescante, una buona cenetta e una bella e profonda dormita!!!

4 commenti:

la signora in rosso ha detto...

Adoro Roma...a parte i musei e la città del vaticano, che sono eccezionali...amo molto anche passeggiare per Trinità dei monti, piazza Navona ...e quei ritorantini a trastevere.. che bei ricordi!

nonnatuttua ha detto...

Che bello! Sei stata a Roma!!!! Mi hai fatto venire un po' di nostalgia stasera!!!!

Vale ha detto...

Complimenti per il tuo blog in generale, e per questo post che mi ricorda che prima o poi dovrò pur vederla Roma... città d'arte e di storia!

Raffaele ha detto...

Ciao Assai Carissima Francesca,
un sentito caloroso salutone al tuo prezioso radioso angelico cuore che spesso si mostra fuori con tanto amore